Cronaca
Il Giallo

Feletto: Per tre volte tirano uova contro la casa della veterinaria

Un perché sia stata presa di mira questa casa e questa famiglia al momento non sembra esserci.

Feletto: Per tre volte tirano uova contro la casa della veterinaria
Cronaca Rivarolo, 21 Febbraio 2021 ore 13:26

Giallo a Feletto. Vandali in azione. Per tre volte tirano uova contro la casa della veterinaria.

Per tre volte tirano uova contro la casa della veterinaria

I residenti escludono si tratti di un atto intimidatorio o di una ripicca. Molto probabilmente è uno scherzo od una bravata di pessimo gusto. Intanto, però, hanno segnalato l’accaduto sia ai Carabinieri che agli agenti della locale Polizia municipale, nonché all’Amministrazione comunale. Da una settimana a questa parte una casa di Feletto è stata oggetto di una serie di lanci... di uova. Un episodio che sa da una parte può far anche scatenare l’ilarità di qualcuno, dall’altro ha creato preoccupazione in una famiglia residente appunto a Feletto. «Abitiamo qui da ormai 4 anni - spiega Eleonora Airola, originaria di Germagnano, ma che è venuta a vivere in Alto Canavese perché insieme al compagno gestisce un ambulatorio veterinario a San Benigno - e devo dire sino ad ora ci siamo sempre trovati bene. Siamo stati accolti in maniera gentile, i nostri figli si sono subito integrati ed i più piccoli, che vanno a scuola in paese, hanno fatto facilmente amicizia. Ripeto, tutto è andato bene sino a qualche giorno fa, quando è iniziato questo lancio di uova».

Incivili in azione

Sono stati almeno tre gli episodi verificati: «La prima volta è stato lanciato un solo uovo, all’indirizzo del terzo piano della casa in cui abitiamo - continua l’Airola - Quindi è stata la volta di un secondo episodio, che ha interessato il piano di mezzo. Nella terza occasione, invece, abbiamo riscontrato che contro la nostra abitazione ne erano state scagliate almeno una dozzina. A quel punto, abbiamo deciso di segnalare il tutto alle forze dell’ordine». Un perché sia stata presa di mira questa casa e questa famiglia al momento non sembra esserci: «Siamo delle persone come tante, tranquille. Abbiamo scelto questa casa perché rispondeva alle nostre necessità, visto che tra l’altro abbiamo pure un piccolo allevamento di gatti di razza. Non ci sono mai stati dissidi con nessuno e con i vicini il rapporto è eccellente. Ho provato anche a chiedere ai ragazzi se avessero avuto degli alterchi con qualcuno, ma non ci sono stati episodi simili».

Accertamenti in corso

Airola ed i suoi cari rivolgono un grazie a chi si sta occupando della situazione: «Abbiamo avvertito il padrone di casa dell’accaduto, le forze dell’ordine ed il Comune. Tutti si sono detti disposti a fare quanto possibile per capire chi possa essere l’autore di tale gesto. Ci è sembrato giusto denunciare l’episodio, anche per evitare che possa accadere qualcosa di più grave, visto poi che in cortile giocano dei bambini e sarebbe davvero spiacevole si registrasse qualcosa di poco piacevole».
--