Cronaca
Covid-19

Positivi andavano a lavorare e in giro: denunciati

Nei guai un operaio e un libero professionista controllati a Caselle e Locana.

Positivi andavano a lavorare e in giro: denunciati
Cronaca Alto Canavese, 06 Novembre 2020 ore 22:05

Positivi andavano a lavorare e in giro in auto con i famigliari, due persone denunciate

Positivi andavano a lavorare

Da quando è stato istituita la zona rossa e il relativo lockdown i carabinieri hanno intensificato i controlli anti Covid-19 e le sorprese, oggi, venerdì 6 novembre 2020, non sono mancate. Infatti, i militari hanno denunciato due persone che nonostante fossero positive al Coronavirus erano rispettivamente uno al posto di lavoro e uno in giro in auto. La conferma che fossero infette i militari l'hanno avuta controllando i dati nel grande data base dove sono inseriti i nomi di chi, a fronte di un tampone positivo confermato dalle autorità sanitarie, dovrebbe essere in casa in quarantena, senza contatto con gli altri famigliari per evitare la trasmissione, anziché in giro per il Canavese... o più in generale per le strade italiane.

I controlli

Il primo è stato sorpreso dai carabinieri della stazione di Caselle Torinese comandati dal maresciallo Fabio Fornaiolo. Si tratta di un operaio 60enne di Borgaro, che si stava recando sul posto di lavoro nonostante fosse risultato positivo al Covid mettendo  a rischio, oltre alla salute dei familiari anche quella dei colleghi. Per lui è scattata la denuncia a piede libero per epidemia colposa  avendo violato  il divieto assoluto di mobilità. Il secondo, invece, un libero professionista 58enne, che è stato controllato dai militari dell'Arma a Locana durante un servizio su strada, a bordo della sua autovettura, privo di dispositivi di protezione e in compagnia di alcuni familiari, nonostante fosse positivo al virus.  Le ASL delle due località sono state subito allertate per gli aspetti di competenza.

I numeri di oggi

Sul fronte del contagio, oggi, venerdì, si sono registrati 29 decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 2 verificatisi oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). Il totale è ora 4549 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 725 Alessandria, 282 Asti, 238 Biella, 438 Cuneo, 444 Novara, 1993 Torino, 248 Vercelli, 138 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 43 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

I contagi

I casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte sono 89.458 (+ 4878 rispetto a ieri) di cui 2022 (41%) sono asintomatici. I casi sono così ripartiti: 2429 screening, 1091 contatti di caso, 1358 con indagine in corso; per ambito: 604 RSA/Strutture Socio-Assistenziali, 429 scolastico, 3845 popolazione generale.
La suddivisione complessiva su base provinciale diventa: 7977 Alessandria, 4266 Asti, 2936 Biella, 11.033 Cuneo, 6704 Novara, 49.343 Torino, 3210 Vercelli, 2445 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 582 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 962 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.