Menu
Cerca

Pregiudicati si “ritrovano” al Minimarket, sospesa la licenza per 15 giorni

Nell’ultimo controllo, svolto solo una settimana fa, personale del Commissariato, insieme a personale del Reparto Mobile, del Reparto Prevenzione Crimine e a unità cinofile antidroga, aveva controllato all’interno dell’attività 9 persone delle quali 7 gravate da precedenti. Di queste, una era destinataria di un ordine di carcerazione.

Pregiudicati si “ritrovano” al Minimarket, sospesa la licenza per 15 giorni
Cronaca 30 Settembre 2017 ore 18:26

Nell’ultimo controllo, svolto solo una settimana fa, personale del Commissariato, insieme a personale del Reparto Mobile, del Reparto Prevenzione Crimine e a unità cinofile antidroga, aveva controllato all’interno dell’attività 9 persone delle quali 7 gravate da precedenti. Di queste, una era destinataria di un ordine di carcerazione.

Sabato scorso gli agenti del Commissariato Dora Vanchiglia hanno notificato la sospensione della licenza per 15 giorni, disposta dal Questore di Torino, a un minimarket di Lungo Dora Napoli, così come previsto dal “Decreto Minniti”. L’attività commerciale, nell’ultimo periodo, era divenuta abituale luogo di ritrovo di soggetti pregiudicati e pericolosi. Nell’ultimo controllo, svolto solo una settimana fa, personale del Commissariato, insieme a personale del Reparto Mobile, del Reparto Prevenzione Crimine e a unità cinofile antidroga, aveva controllato all’interno dell’attività 9 persone delle quali 7 gravate da precedenti. Di queste, una era destinataria di un ordine di carcerazione. Nello stesso contesto, due soggetti erano sottoposti ad accompagnamento perché privi di documenti ed un terzo sanzionato amministrativamente per la detenzione di un piccolo quantitativo di hashish. All’interno dello stesso si trovava altresì un cittadino italiano gravato da Avviso Orale. 

Nella stessa giornata, altro personale dipendente del Commissariato, sulla scorta di attività di osservazione e segnalazione dei residenti effettuava un controllo, con l’ausilio di unità cinofile, ad un edificio in stato di abbandono ubicato in Borgo Dora. Lo stesso è risultato essere utilizzato come deposito di stupefacente per lo spaccio in Piazza della Repubblica. In totale è stato rinvenuto e sequestrato hashish, la maggior parte confezionato in “datteri”, per un chilo e 100 grammi. Fondamentale si è dimostrato l’apporto dal cane “Akira” che ha consentito il rinvenimento dello stupefacente occultato nei più diversi anfratti.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli