Menu
Cerca

Progetto fantasma coppia a processo dopo l’acquisto della casa

Progetto fantasma coppia a processo dopo l’acquisto della casa
Cronaca Ivrea, 10 Dicembre 2017 ore 14:11

Progetto fantasma una coppia finisce a processo dopo aver comprato la casa a Burolo.

Progetto fantasma della casa

Per il progetto fantasma della casa che hanno acquistato a Burolo una coppia è finita a processo. Marito e moglie sono infatti accusati di presunto abuso edilizio dal Comune di Burolo. Ma al momento dell’acquisto la casa presentava già le irregolarità contestate.   Secondo il Comune di Burolo, costituitosi parte civile, alcuni vani dell’abitazione dei coniugi   sarebbero stati costruiti senza la necessaria autorizzazione.

I lavori senza permesso

Per alcuni di essi è stato possibile accogliere l’istanza di sanatoria,  ma per altri, come bagni e sgabuzzini, non è stato possibile. Secondo il comune i 200 metri cubi aggiunti alla cubatura originaria dovrebbero essere riempiti di materiale inerte per sopperire all’abuso edilizio. Ma per l’ordine di demolizione gli imputati avevano fatto ricorso al Tar in merito alla responsabilità dell’abuso.

Il progetto che non c’è

Secondo la loro versione dei fatti, la casa era stata da loro acquistata presso una ditta costruttrice e il progetto che era stato presentato rispecchiava le loro esigenze. Infatti comprendeva anche i vani incriminati, ad esempio il piano seminterrato, poi considerato abusivo dal comune. Quanto presentato nel progetto della ditta, però, non corrispondeva ai disegni depositati all’ufficio tecnico del comune di Burolo.

In corso anche una causa civile

Gli imputati avevano dunque già percorso la strada di una causa civile, vincendola, nei confronti della ditta costruttrice. Quando nel luglio 2012 avevano ricevuto le tavole conformi era apparso evidente che gli spazi descritti non corrispondevano a quelli reali della casa.  Il procedimento è rinviato per discussione al prossimo anno.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli