Cronaca
lanzo torinese

Quando la musica di Natale "disturba" i residenti...

Il Comune è corso ai ripari

Quando la musica di Natale "disturba" i residenti...
Cronaca Lanzo e valli, 18 Dicembre 2022 ore 09:20

Atmosfera di Natale, sì ma non troppo, grazie”. Se a tanti piacciono le luminarie, gli addobbi, i canti e i cori natalizi, motivetti che restano in testa e si canticchiano allegramente accendendo nel cuore gioia e la tipica magia del Natale, per altri sono fastidiosi rumori che impediscono di traghettare a gennaio in santa pace e religioso silenzio.

Quando la musica di Natale "disturba" i residenti...

Nei giorni scorsi alcuni residenti del centro storico di Ciriè  si sono lamentati in Comune per la musica natalizia che era stata predisposta dall’Amministrazione per creare atmosfera nel cuore della città. «Lanzo vanta il primato di musica natalizia fastidiosa – hanno scritto alcuni residenti scontenti dell’iniziativa - Una grande cassa posta sotto al Municipio “spara” tutto il giorno musica di Natale e non... Tutti i cittadini sono esasperati così una pioggia di mail e gente in comune inviperita ha richiamato l’attenzione del sindaco Fabrizio Vottero, che ha personalmente "regolato" il volume. Speriamo resti tale fino alla Befana, perché qua il tormentone natalizio dura fino al 7/10 gennaio 2023 e si vorrebbe solo trascorrere feste in serenità». Quella di allietare le passeggiate di lanzesi e non nel centro storico con musica natalizia era una proposta dell’Amministrazione condivisa con commercianti e Proloco già lo scorso anno, per creare un'atmosfera natalizia e rendere più piacevole una passeggiata lungo le vie di Lanzo.

Regolati volume e orari di accensione

«Si sono regolati il volume e l'orario di accensione in maniera da non creare disturbo – precisa l’assessore Fabrizio Casassa - Sono pochissimi quelli che si sono lamentati. Molti invece approvano questa iniziativa e vorrebbero che fosse diffusa tutta la settimana e non solo nei weekend e nelle vigilie di festa». E aggiunge il sindaco, Fabrizio Vottero: «Diventa sempre più difficile accontentare tutti: cerchiamo di fare il possibile per venire incontro alle varie esigenze e proposte, non certo per nuocere».

Seguici sui nostri canali