Cronaca
Ancora ignoranti in azione in Canavese

Rifiuti ed ingombranti abbandonati stavolta a Salassa

La presa di posizione della sindaca Roberta Bianchetta, che invita i cittadini a denunciare coloro che compiono questi atti.

Rifiuti ed ingombranti abbandonati stavolta a Salassa
Cronaca Alto Canavese, 13 Febbraio 2021 ore 17:05

La dura replica della sindaca Roberta Bianchetta dopo la scoperta. Rifiuti ed ingombranti abbandonati stavolta a Salassa.

Rifiuti ed ingombranti abbandonati stavolta a Salassa

Tanta attenzione al proprio territorio, un bene che deve essere rispettato e salvaguardo. Con tale spirito nelle settimane scorse l’Amministrazione comunale di Salassa, con in testa il primo cittadino Roberta Bianchetta, si è attivata per cercare di dare sempre più decoro non solo a quello che è il centro del paese, ma anche alcune delle zone rurali che sono tanto apprezzate da coloro che amano la natura e le passeggiate nel verde. Così grazie al lavoro dei cantonieri del Comune sono stati estirpati i rovi e fresati alcuni capi, al fine di rendere appunto maggiormente ordinata pure la parte rurale di Salassa. Opera che è stata estesa anche ai privati, chiedendo loro di dare una mano affinché tale obiettivo fosse raggiunto.

Presi di mira i resti di San Pero

Nell’ambito di questi interventi tra le zone interessate vi è stata quella dove sorgono i resti della chiesa di San Pero, vera e propria «porta» alla volta delle campagne. E nel corso di queste operazioni che, purtroppo, sono stati rinvenuti rifiuti indebitamente scaricati da qualcuno, che ha ben pensato di utilizzare questa parte di territorio come una discarica, nella quale disfarsi delle cose vecchie ed inutilizzate. Ciò che è stato trovato e successivamente portato via, per essere quindi smaltito, dimostra un grado di ignoranza a dir poco elevato.

Le parole della sindaca Roberta Bianchetta

Roberta Bianchetta ha voluto denunciare questa situazione, pubblicando sui social alcune foto di tale scempio, lanciando pure un messaggio. «Ho voluto condivider la villania di certe persone - ha spiegato il sindaco di Salassa - che pensando di essere furbe, dopo aver riempito i propri mezzi di materiali vari o ingombranti, poi si addentrano nei campi per abbandonarli. Come è successo all’interno dei ruderi della chiesa di San Pero, oppure successivamente dietro la chiesta di San Giuseppe. Ogni persona è diversa e come tale pensa in modo differente, ma se mi potesse spiegare cosa la spinge una volta che ha riempito la macchina ad andare in aperta campagna e gettare dietro una chiesa tutta una cucina gliene sarei grato. Soprattutto perché basterebbe percorrere altri 10 chilometri e recarsi in un centro di raccolta ingombranti, per smaltirli nel modo opportuno, per di più in maniera anche gratuita».

L'obiettivo è di mantenere decoroso il paese

L’Amministratrice altocanavesana aggiunge ancora riguardo l'argomento della pulizia e dell'ordine a Salassa: «Dopo tutto ciò, noi non smetteremo di cercare di mantenere decoroso il nostro paese, ma chiediamo a tutti di aiutarci. Se doveste imbattervi in questi individui segnalatemelo senza timore, perché meritano di essere individuati».