Cronaca

Rivarossa: l'ex provinciale è una "groviera"...

RIVAROSSA - Che vergogna il degrado della ex strada provinciale Rivarossa – Argentera. Presentata all’Amministrazione Comunale e al sindaco Enrico Vallino una petizione di 185 firme per sollecitare un radicale intervento di manutenzione straordinaria e non solo rappezzi, per sanare una situazione di degrado non più tollerabile.

Rivarossa: l'ex provinciale è una "groviera"...
Cronaca 27 Novembre 2016 ore 14:39

RIVAROSSA - Che vergogna il degrado della ex strada provinciale Rivarossa – Argentera. Presentata all’Amministrazione Comunale e al sindaco Enrico Vallino una petizione di 185 firme per sollecitare un radicale intervento di manutenzione straordinaria e non solo rappezzi, per sanare una situazione di degrado non più tollerabile.

RIVAROSSA - Che vergogna il degrado della ex strada provinciale Rivarossa – Argentera. Presentata all’Amministrazione Comunale e al sindaco Enrico Vallino una petizione di 185 firme per sollecitare un radicale intervento di manutenzione straordinaria e non solo rappezzi, per sanare una situazione di degrado non più tollerabile. Il manto stradale della SP 37 è infatti talmente compromesso al punto da creare seri problemi di sicurezza alla guida e danneggiamenti agli stessi veicoli. «Ho consegnato la petizione personalmente alla sindaca Metropolitana Chiara Appendino  – Così il primo cittradino di Rivarossa – L’ho accampagnata con una lettera dove ho ricordato che il suddetto intervento è stato ripetutamente richiesto alla Provincia di Torino negli ultimi anni e sistematicamente disatteso adducendo la scarsità di stanziamenti per la viabilità e la modesta importanza dell'arteria. E' ben noto a tutti gli automobilisti che il sedime stradale del primo tratto della SP 37 (da Rivarolo ad Argentera) è in condizioni più che buone. E allora perchè questa discriminazione? Garantisco che l'Amministrazione comunale continuerà ad esercitare con fermezza le dovute pressioni sulla Città Metropolitana per ottenere una rapida e definitiva soluzione del problema».