Leini

Rubate e smontate scovato il market dei pezzi di ricambi

Tre denunciati: stavano facendo l'inventario del materiale da rivendere al mercato nero.

Leini, 25 Settembre 2020 ore 08:29


Rubate e smontate trovato il super market dei pezzi di ricambi del mercato nero: in tre stavano facendo l’inventario, denunciati.

Rubate e smontate

Il Comando Provinciale Carabinieri di Torino hanno individuato a Leini una sfascia carrozze all’interno del quale macchine precedentemente rubate venivano smontate per poi rivenderne i pezzi di ricambio. Per questo motivo i carabinieri hanno denunciano tre persone. Il tutto negli scorsi giorni dopo una lunga a attenta indagine.

Ricettazione e riciclaggio

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, i carabinieri hanno denunciato, quindi, 3 persone per ricettazione e riciclaggio in concorso. In particolare, a Leini, dove in un’autodemolizione, i militari della locale Stazione hanno sorpreso due italiani e un nigeriano, di 39, 49 e 52 anni, abitanti a Venaria, Ciriè e Torino, mentre smontavano e catalogavano le parti meccaniche e di carrozzeria di una Fiat Panda, una Lancia Y e una Fiat 500l, rubate il 22 settembre scorso a Torino,  come si fa in una vero e proprio negozio di ricambi auto. Le vetture rubate venivano smontate dalla banda e il materiale veniva probabilmente poi ceduto a dei carrozzieri della provincia di Torino che potrebbero aver commissionato i furti.

Mercato nero

Mercato, questo, incrementato anche dal fatto che nelle ultime stagioni i ricambi utilizzati dalle carrozzerie delle vetture maggiormente vendute nel 2017 si evince che nell’ultimo anno, il costo medio è salito di oltre il 3% a seconda dei costruttori. E, se rivolgiamo uno sguardo al passato, il costo è aumentato del 5%, il che sta facendo crescere il mercato parallelo, quello  delle contrattazioni in nero di auto rubate su commissione, a secondo dei pezzi necessari, per poi essere smembrate e prendere ciò di cui si ha bisogno per terminare il lavoro per le mani. Il tutto, con il cliente ignaro che, invece, pagherà per nuovi i pezzi che sono stati inseriti nel motore della propria auto.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità