Cronaca

Scontri a Torino tra antagonisti e forze dell'ordine

Sei agenti feriti e due manifestanti fermati.

Scontri a Torino tra antagonisti e forze dell'ordine
Cronaca Torino, 23 Febbraio 2018 ore 11:02

Scontri a Torino. E' successo ieri sera, giovedì 22 febbraio.

Scontri a Torino

Ieri sera a Torino, in corso Vittorio Emanuele II, all'Nh Hotel si è svolta la  convention di Simone Di Stefano, leader di Casapound. Un gruppo di antagonisti, circa 400, è partito in corteo da Porta Nuova con l'intento di raggiungere propprio l'Nh Hotel.

L'intervento dell polizia

Intervenuta la polizia ci sono stati diversi scontri. Il primo contatto è avvenuto dopo il monumento di corso Re Umberto, dove i poliziotti hanno usato gli idranti per disperdere la folla. Un altro intervento dei poliziotti è avvenuto all'altezza di via Colli quando i manifestanti hanno lanciato bottiglie di vetro contro le forze dell'ordine che avevano nuovamente provato a impedire la marcia con l'uso dei lacrimogeni. I manifestanti hanno poi sfondato il cantiere di Porta Susa.

Il bilancio della guerriglia urbana

Il bilancio è di sei agenti feriti, uno di loro è stato operato per estrarre un bollone che gli si era conficcato in una gamba a causa dell'esplosione di un petardo artigianale. Oltre all'uso di petardi e al lancio di bottiglie i manifestanti s sono resi colpevoli della distruzione di cassonetti, ai quali hanno dato fuoco, lanncio di molotov e bombe carta.

Due persone sonostatae fermate, fra cui una ragazza di 22 anni.