Scuola di ciclismo per valorizzare il parco “Unione Europea” di Mappano

L'iniziativa è partita dal consigliere di minoranza Roberto Tonini.

Scuola di ciclismo per valorizzare il parco “Unione Europea” di Mappano
Ciriè, 19 Gennaio 2020 ore 16:00

Scuola di ciclismo per valorizzare il parco “Unione Europea” di Mappano. L'iniziativa è partita dal consigliere di minoranza Roberto Tonini.

Scuola di Ciclismo

Il consigliere Roberto Tonini ha proposto la realizzazione di una scuola di ciclismo per valorizzare il parco "Unione Europea" di Mappano. Nell'ultimo consiglio ha consegnato al sindaco Francesco Grassi una ricerca condotta sul territorio di Mappano per la realizzazione di un itinerario per le mountain bike.

La parola al consigliere Tonini

Ha dichiarato Tonini: «Di recente ho conseguito il brevetto di maestro istruttore, rilasciato dalla federazione ciclistica italiana. Per ottenere il patentino ho dovuto sostenere un esame. Nel 2020 potrò insegnare ai bambini dai 6 ai 12 anni al Team Cicloteca de La Cassa. Ho deciso di omaggiarvi della mia tesina in cui si parla dei un progetto per riqualificare il parco di Mappano. Quel gran polmone verde è una bellissima eredità che ci hanno lasciato gli enti cedenti. Potrebbe diventare un'area destinata ai ragazzi e allo sport all'aria aperta».

Al lavoro già nel 2020?

L'obiettivo è ambizioso e nel 2020 potrebbero essere messe le premesse per giungere al risultato. Dipende dal parere che verrà espresso dalla maggioranza. Nel frattempo Tonini afferma: «Prima di tutto bisognerebbe edificare una struttura da un centinaio di metri quadrati da destinare a magazzino e spogliatoi. Dopodiché sarebbe opportuno installare delle strutture fisse su una porzione di parco. I percorsi già esistenti, invece, si potrebbero migliorare con segnaletica specifica. Si potrebbe anche coinvolgere l'istituto comprensivo “Giovanni Falcone” per proporre ai ragazzi discipline alternative a quelle già presenti sul territorio. Solamente al termine si potrebbe istituire un'associazione sportiva e una scuola per crescere talenti come Gioele De Cosmo, campione nostrano di mountain bike under 23. Mi rendo conto che è un'idea a lunga gittata che richiede l'impegno di tutti».