Menu
Cerca
Le emergenze

Soccorso alpino giornata intensa di interventi

Tra le persone soccorse anche un uomo vittima di malore in alta quota e bloccato tra le montagne.

Soccorso alpino giornata intensa di interventi
Cronaca 13 Dicembre 2020 ore 20:52

Soccorso alpino giornata intensa

Soccorso alpino giornata intensa

Nel corso di questa domenica, 13 dicembre 2020, i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese sono intervenuti per 3 incidenti che hanno visto protagonisti altrettanti scialpinisti. Il primo, intorno alle 11.30 del mattino poco sotto il Forte Centrale, comune di Limone Piemonte, dove una scialpinista ha riportato un trauma a un arto inferiore. La donna è stata recuperata dall’eliambulanza 118 e ospedalizzata.

Malore in alta quota

Circa un’ora dopo, sulla Gardiola, comune di Chiusa Pesio, un uomo ha avuto un malore che non gli consentiva di scendere a valle autonomamente. È stato raggiunto da personale a terra e dall’eliambulanza 118 che ha proceduto con il recupero.
Nel pomeriggio, intorno alle 15.30, l’ultimo intervento di giornata per una ragazzina minorenne con una sospetta frattura a una gamba sotto il colletto dell’Incianao, comune di Argentera. Anche in questo caso è intervenuta l’eliambulanza 118 che ha recuperato tramite verricello.

Provocano una valanga

Infine, nel pomeriggio due scialpinisti hanno contattato il Soccorso Alpino segnalando di aver provocato un distacco valanghivo lungo il versante est del monte Mondolè, comune di Frabosa Sottana. Riferivano con certezza che nessuna persona era stata coinvolta, ma hanno correttamente denunciato l’accaduto. I tecnici della locale stazione di Soccorso hanno comunque intervistato i due verificando quanto riportato con un sopralluogo in zona e constatando che l’evento non aveva avuto ulteriori sviluppi.