Cronaca
Si cerca una figura di spicco

Storico Carnevale d'Ivrea: in tre in corsa per la presidenza

Non è da escludere, però, che si possa anche dare vita ad un ulteriore bando per valutare nuovi candidati.

Storico Carnevale d'Ivrea: in tre in corsa per la presidenza
Cronaca Ivrea, 24 Luglio 2021 ore 19:04

Il Comune ha indetto un bando per assegnare la poltrona. Storico Carnevale d'Ivrea: in tre in corsa per la presidenza.

Storico Carnevale d'Ivrea: in tre in corsa per la presidenza

Al bando indetto dal Comune per individuare chi dovrà sedere sulla poltrona di presidente della Fondazione dello Storico Carnevale si sono proposti in tre: Piero Gillardi, Franco Rosso e Roberto Binaghi. In questo periodo storico, indubbiamente particolare, quello che servirebbe al Carnevale pare essere qualcuno in grado di conoscere perfettamente i meccanismi che muovono, e al contempo stesso bloccano, la kermesse eporediese. E che abbia le idee chiare su quale debba essere la rotta da seguire sia sul fronte interno, ma anche sul fronte esterno, per attrarre visitatori, fornendo loro anche gli adeguati strumenti per spiegare come mai a Ivrea il Carnevale è così tanto speciale da meritare di essere visto e vissuto, oltre che compreso. Preservare la tradizione e, contemporaneamente introdurre quelle piccole novità che servono a far evolvere in positivo la manifestazione, senza dimenticare di porre attenzione ai costi per le casse comunali.

Il legame profondo con la politica

Il Carnevale da sempre si intreccia con la politica: basti pensare ai colori della mugnaia, personaggio ora centrale, ma la cui introduzione si deve alla voglia di potenziare lo spirito risorgimentale a cavallo dell’Unità d’Italia. Ed è proprio la politica che si deve far carico di assumersi la responsabilità di nominare un presidente idoneo e in linea con essa, che sappia bene cosa va a gestire e che abbia esperienza nell’ambito di eventi complessi e che si sviluppano su un ampio arco temporale.

Chi sono i tre "papabili"

L’attuale presidente Gillardi, messo nel Cda da Della Pepa e poi promosso presidente da Sertoli, ha dimostrato di essere divisivo. Il secondo invece, Franco Rosso, presidente dell’Ivrea Rugby e già vicepresidente della fagiolata del Castellazzo, oltre che ex presidente dei Mercenari, per qualcuno potrebbe non avere la necessaria esperienza in grandi manifestazioni articolate. Il terzo, Roberto Binaghi, è un top manager con un buon curriculum, però è considerato «troppo poco eporediese».

Non si esclude un eventuale nuovo bando...

E quindi? Stando alle ultime indiscrezioni, servirebbe un nuovo bando, per permettere di valutare nuovi candidati, nella speranza che quel presidente «giusto» per esperienza, capacità organizzativa e carattere, si «palesi».