Cronaca

Sviene davanti ai carabinieri dopo aver chiesto aiuto: "Mio figlio è ferito"

La donna in stato di shock per la caduta del figlio.

Sviene davanti ai carabinieri dopo aver chiesto aiuto: "Mio figlio è ferito"
Cronaca Lanzo e valli, 05 Maggio 2018 ore 19:27

Sviene davanti ai carabinieri, è successo ieri a San Maurizio Canavese.

Sviene davanti ai carabinieri

“Aiutatemi, mio figlio è caduto. Si è fatto male alla testa”. Ha detto solamente questo ai carabinieri e poi è svenuta.
E' quanto successo ieri ad una mamma di 31 anni. La donna stava percorrendo la strada provinciale 2, quando, all’altezza del Comune di San Maurizio, ha visto una gazzella dei carabinieri e ha fatto loro i fari prima di iniziare a sbandare.

L'intervento tempestivo dei carabinieri

I militari hanno immediatamente fatto inversione a U e hanno raggiunto l'auto che nel frattempo si era fermata. La donna è riuscita solamente a chiedere aiuto ai carabinieri, solamente una frase e poi è svenuta. Nel sedile dietro il figlio piccolo grondante di sangue.

Subito i carabinieri l'hanno soccorsa, uno di loro l'ha adagiata sul sedile posteriore e si è messo alla guida della sua auto, una Fiat Punto. Poi dietro la gazzella a sirene spiegate si sono diretti verso il pronto soccorso dell'ospedale di Ciriè.

Medicati, entrambi stanno bene

Una volta giunti a destinazione la donna si è ripresa dall'evidente stato di shock mentre il bambino è stato medicato e subito rimandato a casa, ne avrà per una settimana.

Secondo la ricostruzione della donna il figlio stava giocando a casa dei nonni a Borgaro quando ha sbattuto la testa contro un tavolino di vetro, all'altezza della fronte, procurandosi la ferita.
“Ho avuto paura. Grazie per quello che avete fatto per noi due”, ha detto la donna ai militari.