Cronaca

Tanta gente ha dato l'addio a Gianfranco Bernini

Si è spento a 63 anni uno dei fondatori del Gruppo di Protezione civile di Rivara

Tanta gente ha dato l'addio a Gianfranco Bernini
Cronaca Rivarolo, 07 Aprile 2019 ore 08:00

Tanta gente ha dato l'addio a Gianfranco Bernini. Le esequie si sono svolte a Rivara.

Tanta gente ha dato l'addio a Gianfranco Bernini

Per il suo ultimo viaggio terreno ha voluto indossare l’uniforme della Protezione civile di Rivara. I colori di quella che per lui è stata letteralmente una seconda famiglia. Profonda commozione, in paese come nell’intero Alto Canavese, ha destato la scomparsa di Gianfranco Bernini, 63 anni, uno dei soci fondatori del gruppo giallo-blu rivarese e tra i volontari da sempre più attivi. Un male terribile, che ha minato la sua salute, ma non la forza di volontà e la determinazione che lo hanno sempre caratterizzato, lo ha strappato all’affetto dei propri cari, in particolare la moglie Alessandra, le figlie Sabrina e Simona, mamma Carla, nonché degli amici della Protezione civile, che gli hanno voluto bene al pari di un fratello o di un padre.

Era stato tra i fondatori della Protezione civile di Rivara

Tanta gente, venerdì 29 marzo, si è ritrovata nella chiesa parrocchiale per dargli l’estremo saluto. I colleghi del gruppo di Rivara lo hanno atteso, con il vessillo listato a lutto, allestendo un «picchetto d’onore» per ringraziarlo di quanto fatto negli oltre 20 anni di attività dell’associazione. «Gianfranco lascia un vuoto enorme, difficilmente colmabile - spiega il presidente Vincenzo Martino - Sin da quando abbiamo creato il gruppo è sempre stato pronto a dare il proprio contributo. Silente, paziente, generoso, era un uomo che alle parole preferiva i fatti. Non a caso, se c’erano 10 cose fa dare lui era disponibile per farle tutte. Si preoccupava che ogni cosa fosse pronta ed i servizi venissero compiuti ad hoc».

Sempre pronto a prodigarsi per tutte le associazioni

Bernini era apprezzato per il modo gentile, l’infaticabile voglia di mettersi a disposizione di chi aveva bisogno. «Non solo della Protezione civile - interviene ancora Martino - ma per le associazioni di Rivara. Nelle varie manifestazioni se serviva qualcuno a dare una mano Gianfranco era lì, puntuale. Pure per questo motivo, era impossibile non apprezzare il suo modo di essere e di fare».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter