Cronaca

Tentata rivelazione segreto ufficio: carabiniere a processo

I fatti nel 2014 quando il militare era in servizio a Corio.

Tentata rivelazione  segreto ufficio: carabiniere  a processo
Cronaca Lanzo e valli, 25 Aprile 2018 ore 19:20

Tentata rivelazione segreto ufficio: carabiniere a processo. Nel 2014  era a Corio.

Tentata rivelazione segreto ufficio: carabiniere a processo

Avrebbe cercato di avere informazioni per aiutare un amico. Ma trattandosi di un carabiniere  viene indagato per  tentata rivelazione  di segreto d'ufficio. Infatti a essere imputato  presso il Tribunale di Ivrea è R. M.. Un carabiniere  che nel 2014  era in servizio  presso la stazione di Corio. Il processo  riprenderà il 12 giugno per sentire altri testimoni.

Avvocato d'ufficio

A raccontare la vicenda in aula, ieri,  martedì  24 aprile,   un carabiniere in servizio amministrativo che si è occupato delle indagini. L'imputato, difeso dall'avvocato Leo Davoli, del Foro d'Ivrea, non si è presentato. Tutto sarebbe nato dalla  denuncia della moglie  dell'amico del carabiniere. Coimputato  nel procedimento  per altri reati. Infatti la donna aveva sporto  nei confronti del marito due denunce per maltrattamenti in famiglia.

Utenze sotto controllo

Sarebbe stata lei  a riferire alle forze dell'ordine del "brutto giro" che frequentava il compagno. E anche dell'amicizia  con un carabiniere. Da quel momento  alcune utenze telefoniche erano state messe sotto controllo. Dalle indagini è emerso  che il carabiniere avrebbe  tentato di  ottenere  informazioni  dai colleghi (senza riuscirvi) della possibile denuncia  della moglie.  Dopo essersi recata all'ospedale  di Ciriè per  le percosse del marito. L'imputato avrebbe anche effettuato un controllo  sulla  banca dati per verificare se risultassero denunce  a carico dell'amico.