Uffici comunali nuovi a Palazzo D'Oria

I nuovi locali sono più ampi accoglienti e accessibili.

Uffici comunali nuovi a Palazzo D'Oria
Ciriè, 25 Settembre 2018 ore 07:41

Uffici comunali nuovi a Ciriè, i lavori hanno portato alla luce pavimenti, decori e cineserie di rara bellezza.

Uffici comunali nuovi

Il trasferimento degli uffici comunali di Palazzo D’Oria dal primo piano al piano terreno è stato completato nelle scorse settimane: Segreteria Generale, Ufficio Personale, Ufficio Contratti e Affari legali, Ufficio del Sindaco e Sala Giunta sono ora operativi nelle sale a fianco del Salone Consiliare, prima destinate a esposizioni temporanee e a sede dell’Unione dei Comuni.

Nuovi locali

Mercoledì 12 settembre i nuovi uffici sono stati presentati ai dipendenti comunali e ai Consiglieri: i nuovi locali sono più ampi accoglienti e accessibili, e così pure le sale destinate agli incontri della Giunta e delle Commissioni, e ad altre riunioni.
I lavori nelle sale del piano terreno, durati circa quattro mesi, hanno riportato in evidenza pavimenti, decori e cineserie di rara bellezza: una ulteriore dimostrazione del pregio pittorico e architettonico di Palazzo D’Oria.

Il commento del sindaco Devietti

“Abbiamo voluto dare il massimo risalto alla struttura e ai decori già esistenti cercando di rispettare le antiche pavimentazioni e le scelte originarie, utilizzando al tempo stesso arredi già presenti nel Palazzo” – spiega il Sindaco Loredana Devietti –“Palazzo D’Oria ha un grande valore storico e artistico, è la sede istituzionale storica della Città di Cirié e vogliamo utilizzarlo e valorizzarlo al meglio. Questo intervento va in qualche modo a integrare il recupero delle sale che ora ospitano la Quadreria dei Marchesi, realizzato in collaborazione con Fondazione CRT e Compagnia San Paolo, che ha reso nuovamente fruibili in tutta la loro bellezza numerose sale al piano terreno. Portiamo anche a completamento la ricollocazione degli uffici e dei dipendenti comunali e adesso, liberato il primo piano del Palazzo, potremo progettare la sua futura destinazione”.

3 foto Sfoglia la gallery