Cronaca
Viabilità tornata alla normalità

Ultimati i lavori in via Matteotti a Favria: il buco ora non c'è più

Il cantiere era atteso da tempo e nello spazio di poche settimane è giunto alla sua conclusione.

Ultimati i lavori in via Matteotti a Favria: il buco ora non c'è più
Cronaca Alto Canavese, 07 Aprile 2021 ore 08:45

Tornata alla normalità la viabilità in paese. Ultimati i lavori in via Matteotti a Favria: il buco ora non c'è più.

Ultimati i lavori in via Matteotti a Favria: il buco ora non c'è più

Ritorno alla normale viabilità in centro a Favria, dopo che sono stati completati i lavori nella zona dell’incrocio tra via Matteotti, via Tarizzo e via San Piero, all’altezza della zona pedonale che dà su viale Rimembranza. Sono stati ultimati, infatti, la settimana scorsa gli interventi relativi alla «falla» che si era improvvisamente aperta al fondo del marciapiede, proprio a ridosso dell’intersezione con le varie strade.

Si era formato un vero e proprio "cratere"

La zona era stata all’epoca dei fatti transennata e posta in sicurezza, in maniera da evitare che qualcuno potesse farsi male, visto che si era formato un vero e proprio «cratere» dal diametro considerevole. A causa della pandemia l’avvio delle opere di bonifica è partito purtroppo dopo una lunga attesa, però finalmente ora la situazione è tornata alla normalità.

I mezzi pesanti sono tornati a circolare regolarmente

Anche il passaggio dei mezzi pesanti, che era stato deviato in maniera da permettere il regolare svolgimento dei lavori, è ripreso in maniera regolare e le transenne ed i cartelli di limitazione sono così scomparsi, per la soddisfazione dei residenti, come dell’Amministrazione comunale.

Chiuso un altro cantiere in città

Si completano, così, altri lavori che hanno interessato il territorio favriese. Solo qualche giorno prima le storiche campane della chiesa parocchiale erano tornate a suonare, all'indomani del termine di quasi tutti i lavori di ristrutturazione della torre. Invece sono in fase di completamento le opere che riguardano la roggia nel territorio che interessa alcune borgate del paese altocanavesano.