Menu
Cerca
Raccolta fondi

Un tappo al giorno la biblioteca di Castellamonte confeziona un best-seller della solidarietà

Per sostenere la Casa di accoglienza «La Madonnina» di Candiolo.

Un tappo al giorno  la biblioteca  di Castellamonte confeziona  un best-seller della solidarietà
Cronaca Castellamonte, 10 Aprile 2021 ore 10:16

Un tappo al giorno la biblioteca «Trabucco» di Castellamonte ha confezionato un best-seller della solidarietà.

Un tappo al giorno

Con  un tappo al giorno la biblioteca «Trabucco» di Castellamonte ha confezionato un best-seller della solidarietà.  Tutto merito della grande generosità dei lettori della «Trabucco», che si sono impegnati per sostenere la Casa di accoglienza «La Madonnina» di Candiolo. Da alcuni anni, infatti, la biblioteca civica ha aderito al progetto di raccolta tappi promosso dalla Onlus costituita dalla Parrocchia di Candiolo per dare una mano ai parenti dei malati di cancro ricoverati in ospedale e ai malati senza posto letto che non possono sostenere le spese del soggiorno in albergo.

Un aiuto alla Casa dell'accoglienza di Candiolo

Nei giorni scorsi, alla presenza dell’assessore alla cultura castellamontese, Claudio Bethaz, e del bibliotecario, Alessio Canale Clapetto, sono stati consegnati ad Alessandro Deiro una decina tra sacchi e «bottiglioni» di tappi di diverso formato e colore. «I tappi raccolti diventano fondi utili per abbattere i costi di gestione della casa di accoglienza per i pazienti in cura presso l’istituto per la ricerca e la cura del cancro. Inaugurata nel 2007, la Madonnina Onlus è diventata un punto di riferimento per migliaia di malati in tutto il mondo e per le loro famiglie – spiegano dalla biblioteca – Per questo vogliamo ringraziare tutti i lettori che hanno voluto generosamente conferire i tappi nella nostra Biblioteca spendendo tempo e dimostrando una “generosità ecologica”».

I commenti

Deiro aggiunge: «I tappi che io raccolgo anche presso la Scuola dell'Infanzia Musso di Castellamonte, oltre a quelli presi da voi in biblioteca, li porto ad Oglianico, dove c’è il centro di raccolta per questa zona.  Lì viene gestito dalla scuola elementare di Oglianico e da dei volontari che hanno anche un garage completo che usano per lo stoccaggio. Periodicamente i tappi vengo poi portati a Candiolo per finanziare il progetto “La Madonnina”. Se non mi ricordo male nel 2019, il gruppo di Oglianico è stato quello che in assoluto ha portato il maggior numero di tappi di tutto il Piemonte!». Per chi volesse contribuire al progetto della casa «La Madonnina», i tappi da raccogliere e portare alla Biblioteca trabucco sono quelli delle bottiglie delle acque minerali, delle bibite, del latte, della Nutella, dei cosmetici, dei detersivi, dei dentifrici o altri tubetti, i contenitori degli ovetti Kinder, e qualsiasi altro materiale plastico che riporta lo scritta PE o PEHI).