Una Montagna di Qualità, successo per l'evento di Ingria

Festeggiato anche Mirko Trucano che ha ottenuto il riconoscimento "Prodotto di Montagna".

Una Montagna di Qualità, successo per l'evento di Ingria
Rivarolo, 11 Novembre 2018 ore 16:19

Una Montagna di Qualità: nonostante il tempo non certo dei migliori, il bilancio finale del convegno è stato davvero di tutto rispetto.

Una Montagna di Qualità

Perfetta riuscita per l’evento «Una Montagna di Qualità», che si è svolto in quel di Ingria. Oltre al padrone di casa, ovvero il sindaco di Ingria Igor De Santis, hanno animato la manifestazione, che è stata presentata dalla collega Lara Prato, anche l'onorevole Alessandro Giglio Vigna, il presidente Nazionale dell'Uncem, Marco Bussone, Luigi Vezzalini dell'Associazione Nazionale Città del Castagno e il consigliere regionale Luigi Sinatora.

Aperto da un'interessante presentazione dello studente universitario Andrea Cittadini (che ha di fatto riassunto in sintesi le potenzialità socio-turistiche dei Comuni della Val Soana, proponendo l'apertura di un ostello nel capoluogo ingriese), il convegno ha richiamato l'interesse di un buon numero di partecipanti. Tra i presenti da segnalare, per esempio il sindaco di Pont, Paolo Coppo, oppure il vicesindaco di Ronco, Lorenzo Giacomino.

Riconoscimento di «Prodotto di Montagna»

Inoltre, in occasione dell’uscita che si è svolta presso il ristorante «Pont Viei» è andata in scena una presentazione speciale. Protagonista Mirko Trucano, titolare dell'omonima azienda agricola di Borgiallo, che ha ottenuto il riconoscimento di «Prodotto di Montagna» con la «Spalletta Ingriese». Grazie ad un'esperienza decennale nell'allevamento di suini all'aperto allo stato semi brado, la linea «Salumi Trucano» è stata capace di differenziarsi per per la sua particolare ricerca di spezie naturali e tagli di carne «pregiati» e senza glutine. Ed anche questo lavoro ed attenzione nella produzione di determinanti prodotti ha permesso a Mirko di meritarsi tale premio, che ne riconosce la bontà e la qualità. «Da mesi puntavamo ad acquisire anche questo primato nazionale, dal momento che dall'istituzione del nuovo marchio ministeriale penso che siamo stati i primissimi ad utilizzarlo per un prodotto che penso diventerà solo il primo di una lunga serie. Complimenti quindi ancora una volta ai nostri gestori Mirko e Didi per l'importante riconoscimento ottenuto» ha commentato De Santis.

Soddisfazione per l'assessore Cane

Soddisfazione sia per l’evento che per l’assegnazione del premio è stata espressa anche dal consigliere con delega al Turismo e Commercio, Andrea Cane: «Oltre a fare i ringraziamenti a tutti gli ospiti e al pubblico intervenuti in una giornata di pioggia non certo facile, devo segnalare ancora una volta il senso di sinergia che siamo riusciti a creare nel nostro "Comune laboratorio". Lavorare in un paese di montagna apparentemente disabitato ed isolato dal resto del mondo ci dà ancora più stimolo e passione per far da esempio agli altri enti locali che si possono sentire in difficoltà e pensano magari a fondersi con altri Comuni, gettando di fatto la spugna a favore della perdita delle proprie identità e tradizioni. Invece noi pensiamo che Ingria, come tutti gli altri piccoli Comuni che compongono la nostra Nazione, siano un bene da preservare pure per le future generazioni, come forzieri-esempi di Buona Amministrazione e luoghi dove godere di una qualità della vita che nelle grandi città è sempre più difficile trovare».