Menu
Cerca
ignoranti all'opera

Vandali imbrattano il treno alla stazione di Rivarolo

Mauro Fava: "Un gesto di infinita stupidità e ignoranza. Servono provvedimenti perché non accada più"

Vandali imbrattano il treno alla stazione di Rivarolo
Cronaca Rivarolo, 11 Maggio 2021 ore 12:15

Vandali imbrattano il treno alla stazione di Rivarolo, era già accaduto a gennaio: ora servono provvedimenti perché non si ripeta ancora.

Vandali imbrattano il treno alla stazione di Rivarolo

Di nuovo una brutta sorpresa per i pendolari canavesani, che stamattina in stazione a Rivarolo hanno scoperto un treno Pop dell’Sfm1 imbrattato da ampi graffiti sulla fiancata della motrice. Una riedizione di quanto accaduto già a fine gennaio.

"Infinita stupidità e ignoranza"

“Purtroppo alcuni ignoti hanno voluto dare nuovo sfoggio della loro infinita stupidità e ignoranza – commenta il consigliere regionale del gruppo Lega Salvini Piemonte Mauro Fava –. E’ un atto inqualificabile. Non mi capacito del perché si debba inutilmente sporcare dei beni di pubblica utilità per il solo gusto di farlo. Con il risultato di danneggiare soprattutto i pendolari che utilizzano la linea per motivi di studio o lavoro e che adesso per qualche settimana saranno privati di uno dei treni nuovi, inviati in officina per le necessarie operazioni di ripulitura”.

Servono provvedimenti

Trenitalia ha denunciato l’episodio alla Polfer, ma adesso serve un intervento per evitare il ripetersi di simili bravate. Intervento richiesto a gran voce anche dal Comitato pendolari della Canavesana, che si interfaccia costantemente con il consigliere Fava su tutte le criticità riguardanti la linea ferroviaria.

“Non possiamo continuare ad assistere a simili episodi senza fare nulla – continua il consigliere cuorgnatese –. Mi impegno da subito a organizzare un tavolo di confronto tra Comune di Rivarolo, Gtt, Trenitalia, Comitato dei pendolari e forze dell’ordine per discutere sulle azioni da mettere a punto per impedire o limitare al massimo il ripetersi di episodi di vandalismo. Non è accettabile che si continui ad investire soldi pubblici nel trasporto locale se poi ne dobbiamo sprecare in continuazione per riparare i danni provocati da certi vandali. E’ necessario quindi trovare un sistema per incrementare la sorveglianza della stazione”.