Menu
Cerca
Gesto eroico

Ventenne malato tenta il suicidio salvato in extremis

Decisivo l'intervento di due carabinieri che l'hanno afferrato pochi istanti prima del suicidio.

Ventenne malato tenta il suicidio salvato in extremis
Cronaca Torino, 07 Febbraio 2021 ore 17:53

Ventenne malato tenta il suicidio ma è tratto in salvo dai carabinieri che gli impediscono di gettarsi nel fiume.

Ventenne malato tenta il suicidio

Sono circa le tre della notte tra sabato e domenica. L’ultima notte appena trascorsa. Piove a dirotto. Come da tempo non si vedeva. Una pattuglia dei Carabinieri composta da un ufficiale e da un maresciallo della Compagnia di Cuneo, nel transitare sul Ponte Albertino che sovrasta il fiume Tanaro ad Alba, nota sotto l’acqua battente un giovane fermo nel passaggio pedonale con il corpo proteso oltre la ringhiera. Verso il vuoto.

Venti metri…

Capite le intenzioni del giovani e l’imminente pericolo che il ragazzo stesse per lanciarsi giù dal ponte da un’altezza di circa 20 metri, i militari fermano la macchina e gli si avvicinavano in maniera cauta. Si accorgono subito che sta piangendo. E’ in preda ad una crisi di disperazione. Il ragazzo notati i Carabinieri intima di lasciarlo stare, perché ormai ha deciso e nulla può fargli cambiare idea: Voglio uccidermi. Farla finita con la vita. Lasciarsi cadere nelle acque del fiume, per farsi scivolare via tutti problemi. Compresa la vita.

L’azione

Ma ancor prima che il giovane terminasse la frase, i due militari scavalcano la recinzione che delimita il camminamento pedonale da quello veicolare, afferrando il ragazzo per un braccio, bloccandolo ed allontanandolo dal parapetto del ponte.
Una volta messo in sicurezza, con estrema calma i militari cercavano di dialogare con il giovane ancora in preda alla disperazione, riuscendo ad ottenere lentamente la sua collaborazione e a farlo desistere dalle sue intenzioni.

I soccorsi

Nel frattempo, richiesto l’intervento di personale sanitario che una volta giunto sul posto prendeva in consegna il ragazzo, trasportandolo all’Ospedale di Verduno e venivano informati i suoi familiari di quanto successo.
Ai militari il giovane, poco più che ventenne, ha raccontato di avere maturato l’idea di togliersi la vita a causa di alcuni gravi problemi di salute da cui è afflitto.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli