Violenza sulle donne: Cissac e "Punto a Capo" rinnovano la collaborazione

I numeri: "Nel 2019 accolte 140 vittime, 20 nel bacino del consorzio".

Violenza sulle donne: Cissac e "Punto a Capo" rinnovano la collaborazione
Ivrea, 05 Gennaio 2020 ore 00:45

Violenza sulle donne: Cissac e "Punto a Capo" rinnovano la collaborazione. I numeri: "Nel 2019 accolte 140 vittime, 20 nel bacino del consorzio".

Violenza sulle donne: i numeri

Ben 140 donne accolte, 20 delle quali nel bacino di riferimento del consorzio Cissac. Sono i dati relativi all'attività dei centri antiviolenza dell'associazione "Punto a Capo" di Chivasso, presentati a Caluso nel corso di un incontro con i sindaci dei Comuni consorziati.
"Il nostro obiettivo - ha ricordato la responsabile, Lina Borghesio - è da sempre quello di sostenere e accogliere le donne vittime di violenza fisica, psicologica e stalking. I numeri testimoniamo purtroppo che i fenomeni sono in crescita. La collaborazione attivata 4 anni fa con il Cissac, ha dato risultati importanti e, grazie allo sportello aperto presso il centro famiglie di Caluso, nel 2019 abbiamo potuto ricevere ben 20 vittime di violenza provenienti da vari Comuni".

Le parole del presidente Cissac

"Questo servizio rappresenta un'opportunità per i Comuni che fanno parte del Consorzio - spiega il presidente del Cissac, Savino Beiletti -. Grazie alla collaborazione con l'associazione "Punto a Capo" abbiamo creato un vero e proprio punto di riferimento per l'intero bacino. Da qui, semplicemente raccontando la loro storia, le vittime di violenza possono intraprendere un percorso di affrancamento dalla condizione nella quale si trovano".

"Anche nel 2019 - prosegue Lina Borghesio - sono state numerose le donne che hanno ricevuto ospitalità nelle nostre strutture di accoglienza, disseminate sul territorio". E aggiunge. "Oltre ai centri antiviolenza abbiamo dato vita ad un'iniziativa particolare che riguarda i cosiddetti "offenders": grazie al progetto la Tana del Lupo, aiutiamo gli uomini violenti intenzionati a superare i loro problemi".

Assistenza 24 ore su 24

Oltre ad accogliere le vittime di violenza presso lo sportello di Caluso, l'associazione "Punto a Capo" risponde 24 ore su 24 al numero di rete fissa 011/9111456.
Per il progetto "La Tana del Lupo", rivolto agli uomini, occorre invece contattare il numero di rete mobile 391/7055574.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter