Cultura

Aperibook Cavaletto e Giacchetto ospiti in biblioteca

Aperibook Cavaletto e Giacchetto ospiti in biblioteca
Cultura Rivarolo, 23 Aprile 2018 ore 14:06

Aperibook non delude le attese. Il salotto letterario di Cuorgnè prosegue infatti a gonfie vele. Per il quarto appuntamento della riuscita rassegna la biblioteca ha ospitato Andrea Cavaletto e Fabio Giacchetto.

Aperibook da paura

Un salotto letterario da "paura". Aperibook è giunto al quarto appuntamento stagionale. Per l’occasione, negli spazi della biblioteca comunale di Cuorgnè, sono stati invitati due giovani canavesani: Andrea Cavaletto, residente a Salassa, e Fabio Giacchetto, residente a Cintano. L’incontro, a tinte horror, è iniziato con la presentazione di "Charles Manson – Figlio dell’uomo". E' infatti l’ultima fatica letteraria di Andrea Cavaletto, noto anche per la sua collaborazione con la Sergio Bonelli Editore nelle sceneggiature di Dylan Dog.

Real Cannibal

"Fa parte della collana «The Real Cannibal» - ha spiegato Cavaletto durante il riuscito Aperibook – Si tratta di una collana creata da edizioni Inkiostro in cui vengono realizzati dei fumetti su serial killer e assassini realmente esistiti. Nello specifico mi sono occupato di Charles Manson e del periodo che si stava vivendo in America, quello del peace and love e degli hippy. Ho cercato di indagare la sua storia, mettendo in luce le fasi della sua giovinezza e la mancanza di una figura femminile di riferimento".

Storie di corridoio

Infine, Fabio Giacchetto ha rubato la scena del pubblico dell’Aperibook, raccontando come sia nato «Storie di corridoio». Si tratta di una raccolta di nove diversi racconti horror. "Sono tutti ambientati in Canavese, alcuni anche a Cuorgnè. Molti di questi li ho sviluppati durante il pellegrinaggio verso Santiago de Compostela, una camminata talmente lunga che ti permette di fare molta introspezione".

Seguici sui nostri canali