Menu
Cerca
Biblioteca Trabucco

Da Castellamonte una montagna di tappi per il progetto La Madonnina

Una maxi raccolta in un lasso di tempo relativamente breve (un mese e mezzo circa dall’ultimo conferimento).

Da Castellamonte una montagna di tappi per il progetto La Madonnina
Cultura Castellamonte, 19 Maggio 2021 ore 12:22

Biblioteca civica Trabucco protagonista di un'iniziativa solidale da applausi. Da Castellamonte una montagna di tappi per il progetto La Madonnina.

Da Castellamonte una montagna di tappi per La Madonnina

Un’importante iniziativa destinata ad aiutare chi vuole essere vicino ai propri cari negli alti e bassi della malattia e per chi, anche se malato di cancro, non trova immediatamente posto letto in ospedale e non può permettersi l’albergo per il necessario soggiorno. Sta riscuotendo un grande successo la raccolta di tappi di plastica presso la Biblioteca Civica «Carlo Trabucco» di Castellamonte. Sabato 15 maggio nei locali di via Caneva è stata conferita al castellamontese Alessandro Deiro (in foto con il bibliotecario Alessio Canale Clapetto e il collaboratore Marco Saba) la seconda tornata di tappi di diverso formato e colore. Una maxi raccolta in un lasso di tempo relativamente breve (un mese e mezzo circa dall’ultimo conferimento). Attraverso i tappi si potranno raccogliere fondi per un progetto solidale a favore della Casa di Accoglienza «La Madonnina», costruita dalla parrocchia di Candiolo.

Iniziativa solidale

«Insieme all’Assessore alla Cultura Claudio Bethaz ringraziamo ancora una volta tutti i lettori che hanno voluto con grande generosità consegnare i tappi alla nostra Biblioteca Civica per una buona causa - spiegano dalla biblioteca - Per chi volesse ancora aiutarci ricordiamo che tappi da raccogliere sono quelli delle bottiglie delle acque minerali, bibite, latte, nutella, cosmetici, detersivi, dei dentifrici o altri tubetti, i contenitori degli ovetti Kinder, e qualsiasi altro materiale plastico che riporta lo scritta PE o PEHI)».

Aspetto ecologico

L’iniziativa dei «tappi» ha, inoltre, un aspetto ecologico-educativo. Contribuisce ad avviare le persone alla corretta raccolta differenziato ed all’abitudine del riciclo. Dato che i tappi sono in polietilene (PE) riciclandoli si possono ottenere nuovi contenitori per i detergenti per la casa o per la persona, tappi, film per i sacchi della spazzatura, pellicole per imballaggi, casalinghi. Si può contribuire quindi a ridurre il fabbisogno di petrolio e metano necessari per le nuove produzioni e a migliorare la tutela degli ambienti naturali. C’è infine il risvolto sociale, concretizzato nell’attività di sensibilizzazione rivolta ai cittadini al fine di far conoscere la realtà de La Madonnina sul territorio ed a far scattare il processo di solidarietà.