Inaugurato a Ceresole Reale il sacrario in memoria del Battaglione Levanna

Alla solenne cerimonia hanno partecipato diversi sindaci del Canavese e la Fanfara dell'Ana di Ivrea.

Inaugurato a Ceresole Reale il sacrario in memoria del Battaglione Levanna
Rivarolo, 20 Agosto 2018 ore 09:32

Una giornata speciale ed indimenticabile per gli Alpini. Inaugurazione ieri, domenica 19 agosto 2018, a Ceresole Reale per il sacrario in memoria del Battaglione Levanna, insignito con due Medaglie d’Argento al Valor Militare.

Sacrario in memoria del Battaglione Levanna

Taglio del nastro carico di emozione e importanza, ieri 19 agosto 2018, a Ceresole Reale. In borgata Pian della Balma, è stato infatti inaugurato il sacrario in memoria del Battaglione Levanna degli Alpini. Alle solenne cerimonia canavesana hanno quindi partecipato diversi gruppi delle Penne Nere con i loro caratteristici gagliardetti, molti primi cittadini del territorio. Prima dell’Alzabandiera, c’è stata la sfilata della fanfara dell’Ana di Ivrea, che si è anche esibita dopo l’inaugurazione del sacrario.

Due Medaglie d’Argento al Valor Militare

Figlio dell’”Ivrea” il Battaglione Levanna porta la nappina bianca. Viene costituito quindi nel Deposito del 4° reggimento alpini in Ivrea a fine novembre 1915. Al comando del maggiore Giuseppe Cocca si forma, con reclute classe 1896 e ufficiali e graduati tratti da altri battaglioni, la 132^ compagnia alpina. Dopo il periodo d’istruzione la compagnia, 2 sezioni mitragliatrici ed il comando di battaglione partono per la zona di guerra. Il 18 aprile 1916 a Malga Cavaro in Val Sabbia il battaglione riceve dall’ “Ivrea” le compagnie 86^ e 111^.

Tuic un

Il Battaglione Levanna degli Alpini meritò infatti due Medaglie d’Argento al Valor Militare. “I battaglioni Monte Levanna e Aosta, superando l’accanita resistenza nemica e le asprissime difficoltà del terreno formidabilmente organizzato a difesa, ascesero dunque sanguinosamente le rupi del Vodice, impadronendosi della quota 652 sulla quale ,con sovrumana tenacia, resistettero, senza cedere  un palmo di terreno, a ripetuti ,violentissimi contrattacchi, a difficoltà e disagi inenarrabili. (Vodice, 18-21 maggio 1917)”. “I battaglioni Monte Levanna e Val Toce, nella battaglia della finale riscossa, attaccando con impeto  eroico e resistendo alla disperata irruenza di soverchianti forze nemiche, si coprirono di gloria a prezzo di purissimo sangue. (Monte Solarolo,24-28 ottobre 1918)”. Il 5 maggio 1919 il battaglione “Monte Levanna “ viene sciolto. Ricostituito il 12 febbraio 1921 con sede a Biella e definitivamente sciolto nell’aprile 1926.

4 foto Sfoglia la gallery

 

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve