Rivarolo Canavese

La biblioteca “Domenico Besso Marcheis” non va i vacanza e anzi… potenzia la sua offerta

La biblioteca “Domenico Besso Marcheis” non va i vacanza e anzi… potenzia la sua offerta
Rivarolo, 14 Agosto 2020 ore 09:02

La biblioteca “Domenico Besso Marcheis” non va in vacanza, chiusa al pubblico per soli 4 giorni è sempre rimasta operativa.

La biblioteca “Domenico Besso Marcheis” non va in vacanza

La Biblioteca comunale “Domenico Besso Marcheis” rimane vicina ai propri utenti rinunciando alla consueta chiusura estiva nel mese di agosto. Infatti i servizi, del prestito su prenotazione e di restituzione dei libri, si sono fermati esclusivamente da martedì scorso, 11 agosto, a oggi, venerdì 14 agosto 2020. In questo tempo speciale, anche durante la chiusura dovuta alla pandemia, la biblioteca è stata comunque sempre presente riformulando il concetto di utilità sociale e culturale: sfruttando l’opportunità di sviluppare nuove modalità di comunicazione con gli utenti, utilizzando contenuti digitali e analogici per rendere fruibile il patrimonio librario della Biblioteca.

Servizi nuovi e potenziati

Sono stati potenziati i programmi informativi e digitali in varie forme, ma sempre in remoto e in forma social: tutorial, apposito canale Youtube per le manifestazioni (25 aprile/ 2 giugno ecc) videoletture (in collaborazione con il Circolo dei Lettori e i ragazzi dell’alternanza scuola lavoro), assistenza telefonica e via mail per il prestito online; valorizzazione e fruizione delle collezioni dell’archivio storico comunale.
L’attenzione che è stata posta nel seguire il nuovo pubblico digitale, si è accompagnata a quella verso il pubblico che si è perso in questi mesi: verso i nuovi esclusi come conseguenza della digitalizzazione stessa. I fidelizzati non digitali sono stati recuperati con l’apertura, condizionata alle sole porte, della Biblioteca avvenuta il 25 maggio: è stato resa disponibile una linea telefonica – utilizzabile anche per messaggi Whatsapp – in modo da sostenere e consigliare gli utenti nella scelta dei libri e i ragazzi nelle ricerche scolastiche; per affrettare le prenotazioni dei prestiti fuori dagli orari prestabiliti di apertura. Sono stati intrapresi nuovi percorsi di “letture di strada” con il Circolo dei Lettori dedicati alla lettura ad alta voce e confermato la Rassegna Letteraria malgrado i problemi di sicurezza legati al Covid. Comunque è stato facilitato l’accesso ai servizi, a prescindere dall’accesso in biblioteca, continuando a rendere facili le iscrizioni alla biblioteca in modo digitale da remoto, oltre al tradizionale servizio di prestito via mail.

Numeri più che positivi

Il riscontro, fino ad oggi, è stato più che positivo tenendo conto anche del periodo di confinamento: c.a. 2000 contatti in quasi 6 mesi di cui 293 nuovi utenti, provenienti anche da altri paesi. “Questi risultati danno un senso a quello che facciamo – sottolineano i responsabili della struttura –  ci confermano la consapevolezza che il posizionamento della biblioteca nel tessuto socio/culturale del territorio dipende da ciò che siamo e da come riusciamo a coinvolgere i cittadini, rimodulando il nostro essere punto di riferimento ogni qualvolta ne nasca l’esigenza”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità