solidarietà

“Le bande del sorriso” in concerto a sostegno del progetto “Bambini Nuovi Poveri”

Il gruppo è nato esattamente dieci anni orsono ed è costituito dai migliori elementi delle bande musicali presenti nelle tre comunità montane Valle Sacra, Valchiusella e Dora Baltea.

“Le bande del sorriso” in concerto a sostegno del progetto “Bambini Nuovi Poveri”
Alto Canavese, 06 Ottobre 2020 ore 18:16

Successo per “Le bande del sorriso” in concerto a sostegno del progetto “Bambini Nuovi Poveri” domenica 27 settembre al Palazzo Reale di Torino.

“Le bande del sorriso” in concerto

La musica riparte in sicurezza… Domenica 27 settembre, nella corte d’onore di Palazzo Reale, forse il più bel salotto all’aperto della Torino sabauda, il Lions Club International ha organizzato l’evento “Le bande del sorriso” per sostenere il progetto “Bambini Nuovi Poveri”. Con il patrocinio della Città di Torino e la collaborazione dei Musei Reali di Torino, il concerto si è aperto con l’esecuzione dell’Inno Europeo, eseguito da una selezione di 40 elementi della Orchestra a fiati InCrescenDo, diretta dal Maestro Fabio Portè. Il gruppo è nato esattamente dieci anni orsono ed è costituito dai migliori elementi delle bande musicali presenti nelle tre comunità montane Valle Sacra, Valchiusella e Dora Baltea. In questi anni la formazione si è esibita in contesti di livello internazionale e proprio questi fantastici ragazzi, carichi di entusiasmo, durante il lookdown avevano espresso il desiderio di poter eseguire a Torino il primo concerto nel pieno rispetto delle linee guida post emergenza covid-19. Dopo alcune prove musicali con distanziamento nei locali messi a disposizione dal Comune di Settimo Vittone, il desiderio si è realizzato grazie a più di 20 Lions Club torinesi e all’ARBAGA Piemonte che si sono uniti per organizzare al meglio questo evento d’eccellenza.

Klezmer

Paolo Avignone, presidente della formazione, era visibilmente commosso quando è stato eseguito il brano “Klezmer” utilizzando la fisarmonica e una serie di ottoni di oltre cent’anni fa, perché è subito tornata alla mente l’esecuzione del medesimo brano, lo scorso anno, nel più prestigioso palcoscenico d’Europa, in Spagna a Valencia, quando il pubblico, proveniente da ogni parte del mondo, si era alzato in piedi per un applauso che pareva non avere mai una fine. E la stand in ovation si è ripetuta anche a Torino, dove il Governatore Giancarlo Somà, massima autorità Lionistica, ha sottolineato come questi giovani siano una eccellenza per il nostro territorio e rappresentino il futuro per il movimento musicale piemontese.

Banda Musicale del Corpo di Polizia Municipale

La seconda parte del concerto è stata affidata alla Banda Musicale del Corpo di Polizia Municipale diretta dal Maestro Massimo Sanfilippo che ha chiuso le esecuzioni con l’Inno di Mameli, proprio a poche centinaia di metri dal palazzo di via XX Settembre nel quale Michele Novaro musicò il canto Fratelli d’Italia.

In sostegno del progetto “Bambini Nuovi Poveri”

L’evento, oltre all’alto valore sociale per il quale è stato organizzato, ha rappresentato per il mondo dello spettacolo, e delle bande musicali in particolare, un segnale importante di ripresa, con il rispetto delle normative e delle distanze, di come la musica sia pronta a tornare a risuonare nelle vie e nelle piazze. Purtroppo per i teatri al chiuso la strada è ancora in salita e ormai l’inverno è alle porte.

E per concludere, sui social è subito arrivato il commento del Maestro Fulvio Creux, già direttore della banda dell’Esercito Italiano, che ha riempito d’orgoglio tutti i ragazzi e il direttivo della InCrescenDo: “Ma che succede? L’attualità e la ripresa della musica per Banda in Italia vengono dal Canavese?”.

5 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità