Cultura
Ambiente e territorio

Le Terre di Vespia entrano nella Riserva Naturale dei Monti Pelati

Un evento importante che potrebbe cambiare la storia della discarica di Castellamonte.

Le Terre di Vespia entrano nella Riserva Naturale dei Monti Pelati
Cultura Castellamonte, 13 Giugno 2020 ore 09:52

Le Terre di Vespia entrano nella Riserva Naturale dei Monti Pelati. Un evento importante che potrebbe cambiare la storia della discarica di Castellamonte.

Le Terre di Vespia

Faranno parte della Riserva Naturale dei Monti Pelati anche le Terre di Vespia. Un evento importante che potrebbe cambiare la storia della discarica di Castellamonte. A darne notizia è l’associazione ambientalista «Terre di Vespia e dei Monti Pelati». «I Responsabili, istituzionali e tecnici, della Città Metropolitana di Torino, competenti in materia di ambiente, parchi ed aree protette, con comunicazione in data 20 aprile, hanno espresso apprezzamento in merito alla delibera del Consiglio Comunale di Castellamonte del 2 marzo, con la quale si è richiesto di estendere il perimetro della Riserva Naturale “Monti Pelati e Torre Cives” – fanno sapere dal sodalizio canavesano -. Della comunicazione anzidetta, sottoscritta dalla Professoressa Barbara Azzarà e dal Dottor Gabriele Bovo, in particolare, ci è gradito riportare un loro passaggio:“Riteniamo infatti che l’iniziativa di ampliare l’attuale area protetta ad un territorio circostante più ampio ed inclusivo di pregi naturalistici ed ambientali, sia importante per valorizzare le peculiarità di quel territorio ed avviare in modo sostenibile il ritorno alla normalità dopo l’emergenza sanitaria in corso».

La parola all'associazione

Inoltre dall’associazione «Terre di Vespia e dei Monti Pelati» aggiungono: «Si auspica che le iniziative già avviate, sviluppate di concerto tra i Comuni di Castellamonte, di Baldissero Canavese e di Vidracco, volte ad una più efficace, trasparente e partecipata tutela dell’ambiente, del territorio e del paesaggio, possano suscitare l’attenzione delle popolazioni; in particolare, delle popolazioni locali, che in quei territori vivono e lavorano».

Ringraziamenti

«Si esprime il più vivo apprezzamento - conclude l'associazione - per l’attenzione accordata alle suddette attività, poste in essere da questa Associazione, dai Signori Sindaci e dagli Amministratori dei Comuni di Vidracco, di Baldissero Canavese e di Castellamonte. Ci è gradito ringraziare la Consigliera delegata della Città Metropolitana di Torino, Prof.ssa Barbara Azzarà, il Dirigente Dott. Gabriele Bovo e la Dott. Alessandra Pucci, anche per il loro proficuo intervento nel Seminario promosso da questa Associazione, che si svolse a Vidracco, lo scorso 8 novembre».