Lo spettacolo

Mogol incanta Aglié nella dimora di Elisa di Rivombrosa

In piazza Castello si è svolto il tanto atteso evento: canzoni, racconti ed emozioni da Lucio Battisti ad oggi.

Cultura Alto Canavese, 22 Agosto 2021 ore 09:42

Mogol incanta Aglié con le canzoni e i racconti da Lucio Battisti ad oggi.

Mogol incanta Aglié

In piazza Castello ad Agliè si è svolto il tanto atteso evento: «Mogol 2.0 - Canzoni, racconti ed emozioni da Lucio Battisti ad oggi». Con sullo sfondo gli scenari che hanno reso celebre il paese con la fiction Elisa di Rivombrosa, è andata in scena uno dei  momento clou della rassegna estiva organizzata da Tre Terre Canavesane. Sul palco Giulio Rapetti in arte Mogol, la cantante Monia Angeli, di Stefano Nanni al pianoforte e di Riccardo Cesari alla chitarra, sono state ripercosse le tappe di una carriera incredibile, al fianco del grande Lucio Battisti. Il paroliere italiano ha raccontato segreti, confessioni e aneddoti legati alla sua carriera e alle altre fortunate congiunzioni con artisti e big della musica italiana.

I commenti

Entusiasta dell'evento il sindaco di Aglié Commento del sindaco Marco Succio.

"E' stato un onore ospitare Giulio rapetti, in arte mogol, in occasione della rassegna di eventi "estate d istanti" organizzato da Tre terre canavesane.. Un enorme successo a conferma del ruolo cardine del maestro nella musica italiana. Una persona di rara levatura artistica e umana, un'emozionante serata che ha attraversato 50 anni di carriera e di storia della musica".

L'assessore

L'assessore Silvia Maffeo ha aggiunto.

"Mogol è colui che ha firmato il testo di numerose canzoni che fanno parte della memoria collettiva. Dal sodalizio artistico con Lucio Battisti alle collaborazioni con numerosi big della musica italiana: melodie memorabili e testi di grande respiro hanno accompagnato la sua straordinaria carriera artistica. Sono dunque orgogliosa di aver avuto la possibilità di ospitare un autore brillante, il poeta della musica italiana; l evento ha rappresentato un'opportunità per ripercorrere le tappe più importanti della carriera del maestro in una cornice scenografica unica, quella di piazza Castello".

Inutile dire che a fine serata ci sono stai applausi a scena aperta... e  ci fosse stata,  probabilmente anche la famosa Elisa, non si sarebbe sottratta all'endorsement.