Menu
Cerca

Palazzo D’Oria ecco come diventerà

Alcuni uffici rimarranno nella storica dimora, collocati al pian terreno.

Palazzo D’Oria ecco come diventerà
Cultura Ciriè, 17 Novembre 2017 ore 16:01

Palazzo D’Oria, ecco come diventerà.

Palazzo D’Oria prosegue il progetto di riqualificazione

Il progetto di recupero e valorizzazione  di Palazzo D’Oria prosegue. Diventerà sempre più fruibile ai cittadini. Mantenendo, allo stesso tempo, le sue funzioni istituzionali. I finanziamenti da parte di Compagnia San Paolo e Crt sono confermati. Nell’attesa il Comune si è mosso su diversi fronti. Primo fra tutti, infatti, il protocollo di intesa tra il Comune e il Politecnico di Torino. Insieme all’Ascom, con cui si mira alla valorizzazione culturale ed economica del Palazzo. Attraverso una serie di studi e progettualità che gli allievi del Politecnico stanno già lavorando. Sono stati individuati nuovi spazi per mostre temporanee. Sospendendo le mostre nei locali espositivi al pian terreno. Che verrà dunque liberato per collocarvi gli uffici attualmente al primo piano. Questo per permettere a Palazzo D’Oria di mantenere la sua sede istituzionale del Municipio.

Un progetto che si suddivide in tre parti

Sono in  tutti tre le direttrici sulle quali si suddivide il progetto. Il primo è estendere l’attuale spazio museale per permettere di ospitare event di ancora più grande livello. Affiancando alle mostre permanenti, altre temporanee. Salvaguardare la presenza istituzionale. Collocando al pian terreno, accanto al salone consigliare, l’ufficio del sindaco, Giunta, segretario. Insieme agli uffici segreteria  e personale. Lo scopo è recuperare il primo piano. Prevedendo una destinazione consona alle caratteristiche del palazzo. Tutelando la valenza architettonica e la vocazione culturale della prestigiosa dimora.

Un percorso culturale che verrà collegato

Le sale auliche verranno collegate alla Quadreria D’Oria. Insieme all’appartamento di Carlo Emanuele II°, biblioteca storica e salone consigliare. I ritratti dei Marchesi D’Oria saranno resi fruibili con un sistema multimediale. Modelli di visita virtuale che si porteranno a termine dopo essere stati sperimentati. In primavera sarà allestita la rassegna dal titolo “L’artistica amicizia”. Porterà a Ciriè molti visitatori. Saranno infatti messi in mostra i quadri di Romano Gazzera, insieme ad opere di De Chirico e Savinio. Questo insieme a tante altre novità. Che renderanno Palazzo D’Oria un polo culturale di grande rilevanza.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli