L'opera

Panchina gigante: anche la Val Soana avrà la sua

La curiosa installazione che attira molti turisti sbarca a Piamprato Soana.

Panchina gigante: anche la Val Soana avrà la sua
Alto Canavese, 26 Settembre 2020 ore 11:27

Panchina gigante: anche la Val Soana avrà la sua. La curiosa installazione che attira molti turisti sbarca a Piamprato Soana.

Panchina gigante

Anche la Valle Soana avrà la sua panchina gigante. Sarà collocata a Piamprato Soana, a pochi passi dal Rifugio Rosa dei Banchi – La Ciavanassa, a 1700 metri di quota, in un punto panoramico da cui si potrà ammirare tutta la valle. Una «location» d’eccezione, completamente immersa nella natura del Parco Nazionale del Gran Paradiso, dalla quale si può godere di una vista mozzafiato sulla vetta della Rosa dei Banchi (3164 metri), che domina tutto il vallone di Piamprato.

L’inaugurazione

L’inaugurazione è fissata per sabato 26 settembre, alle ore 15.30, con rinfresco presso il Rifugio. Nell’occasione anche la seggiovia della Ciavanassa, aprirà dalle ore 14 con ultima discesa alle ore 19 (biglietto a 5 euro). La panchina è autofinanziata grazie alla comunità locale, che ha creduto nel progetto, senza l’impegno di soldi pubblici. Le panchine giganti sono da tempo una delle attrattive più curiose del paesaggio delle Langhe, studiate dal designer americano Chris Bangle, promotore del progetto «Big Bench Community Project», ideato per sostenere le comunità locali, il turismo e le eccellenze artigiane dei paesi in cui si trovano queste installazioni fuori scala. Bangle e la moglie Catherine sono cittadini di Clavesana, nel Cuneese, dal 2009 e la prima grande panchina con questo particolare disegno è stata posizionata nel 2010 proprio nei pressi della sua residenza e studio, come installazione affacciata sul paesaggio e accessibile ai visitatori. Da allora il successo è stato tale che le panchine giganti sono spuntate come funghi in tutta l’Alta Langa, diventando una delle particolarità più fotografate dai turisti di tutto il mondo. Nel corso degli ultimi anni, altre panchine ufficiali sono state costruite in zone vicine e fuori dal Piemonte, senza fondi pubblici, solo grazie a sponsor privati. Chris Bangle ha fornito gratuitamente disegni e indicazioni ai costruttori delle panchine, chiedendo come unica condizione che fossero poste in un punto panoramico, su un terreno accessibile al pubblico.

Cambio di prospettiva

L’idea delle panchine fuori scala non è inedita, ma lo è il contesto. Il cambio di prospettiva dato dalle dimensioni della panchina fa sentire chi vi siede come un bambino, capace di meravigliarsi della bellezza del paesaggio con uno sguardo nuovo. Il progetto, senza fini di lucro, prevede sia il supporto tecnico a chi vuole costruire una nuova «Grande Panchina» ufficiale, sia la collaborazione con le eccellenze dell’artigianato locale per realizzare prodotti ad esse ispirati, che possano dare un piccolo contributo all’economia e al turismo locali, nel segno dello spirito positivo che le «Grandi Panchine» portano in questa zona. Una parte del ricavato di ogni vendita, come le donazioni fatte da chi realizza una nuova panchina, sarà devoluta dal «Big Bench Community project» ai Comuni coinvolti e destinata a sostegno delle comunità locali. Una grande esperienza collettiva per valorizzare la bellezza del territorio, che ora si potrà vivere anche in Valle Soana.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità