Menu
Cerca
Un grande traguardo!

“Pizzeria da Leo”: il locale di Favria entra nelle Eccellenze Italiane

Un importante riconoscimento raggiunto da Leonardo e Mario Schipani.

“Pizzeria da Leo”: il locale di Favria entra nelle Eccellenze Italiane
Cultura Alto Canavese, 18 Luglio 2020 ore 09:47

“Pizzeria da Leo”: il locale di Favria entra nelle Eccellenze Italiane. Un importante riconoscimento raggiunto da Leonardo e Mario Schipani.

“Pizzeria da Leo”

Un vero e proprio fiore all’occhiello della comunità di Favria: la “Pizzeria da Leo”. Come molte realtà del settore, hanno attraversato quasi due mesi di chiusura assoluta. Però, nonostante il periodo difficile, la paura che il Covid-19 ha seminato nel 2020 e l’incertezza del futuro hanno continuato (e continuano) a lavorare cercando di guardare al futuro con ottimismo. In più, hanno dimostrato negli anni una grande attenzione pure al sociale, come per esempio in occasione della raccolta in favore del piccolo Loris Augusti, giusto per citare un esempio.

Eccellenze Italiane

Se a questo si unisce la qualità del lavoro, l’attenzione al dettaglio ed alle materie prime, che permettono a chi gusta i prodotti della «Pizzeria da Leo» a Favria di farlo con la massima tranquillità, si può capire perché l’entusiasmo dei propri clienti e le recensioni sempre positive abbiano alla consegna di un importante premio all’esercizio favriese. «Siamo entrati di diritto nel registro delle Eccellenze Italiane – spiegano Leonardo e Mario Schipani – il tutto per mezzo dei riscontri molto positivi da parte delle persone che ci hanno conosciuto, da noi si trovano bene e tornano regolarmente a trovarci». Il giudizio degli amanti della buona pizza nel territorio canavesano ha così portato la giuria di quest’associazione a livello nazionale ed internazionale a premiare la famiglia Schipani, che da otto anni a questa parte, ovvero dall’apertura dell’attività, si è distinta per un occhio di riguardo nei confronti di chi ha bisogno.

Settimane difficili

E pure questo è forse servito ad accrescere ancor di più il legame con coloro che hanno «promosso» la pizzeria che ha sede a Favria. «Come tutti in questo periodo abbiamo passato settimane difficili. Il Covid-19 non solo ci ha fatto chiudere, ma ha creato danni enormi a tutti i settori. Però sin dalla ripartenza ci stiamo mettendo il nostro entusiasmo, la volontà di tornare ad offrire quella qualità che è stata certificata da chi ci viene a trovare e qui si trova bene, probabilmente ritrovando un piccolo angolo di casa propria».