Menu
Cerca
ivrea

Successo #UnCarnevaleDiRicordi e lo Storico Carnevale 2020 finisce sulla BBC

Sette pannelli raffiguranti altrettante immagini e ricordi selezionati attraverso l'iniziativa, sono stati esposti di fronte al Municipio di Ivrea.

Successo #UnCarnevaleDiRicordi e lo Storico Carnevale 2020 finisce sulla BBC
Cultura Ivrea, 06 Marzo 2021 ore 13:20

(immagine di Massimo Sardo: Anno 1964. La quadriglia “I RAPACI” )

Successo #UnCarnevaleDiRicordi e lo Storico Carnevale 2020 finisce sulla BBC.

Successo #UnCarnevaleDiRicordi

Nel 2021 il Carnevale si è fermato, ma non i ricordi di coloro che ne condividono l’amore e la passione. Il successo di #uncarnevalediricordi, iniziativa social lanciata dalla Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea, conferma ancora una volta l’enorme e profondo legame che la città di Ivrea, e non solo, ha nei confronti del suo Carnevale, non semplice passione ma simbolo di identità condivisa.

Si è chiusa domenica 28 febbraio #uncarnevalediricordi, l’iniziativa social promossa dalla Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea che dal 6 gennaio e per 53 giorni ha visto una partecipazione massiccia da parte di utenti di ogni età, da tutto il mondo. L’operazione #uncarnevalediricordi è andata oltre ogni aspettativa, non solo per i numeri ma per la qualità dei ricordi e del materiale raccolto in quasi due mesi.

Il Presidente della Fondazione Piero Gillardi

“Il risultato più significativo è stato di aver avvicinato generazioni che hanno sempre visto e vissuto il carnevale in maniera molto diversa. È stato anche un modo per conoscerci tra di noi e scoprire momenti e aneddoti della nostra festa prima sconosciuti ai più. Ci ha colpito la partecipazione appassionata di persone che ormai da anni vivono stabilmente lontano da Ivrea, anche all’estero. Così come l’impegno di tanti a condividere immagini del proprio archivio personale, rendendo il proprio ricordo parte di un patrimonio condiviso”. Queste le parole del Presidente della Fondazione Piero Gillardi.

Ricordi

Molte le immagini e il ricordo di persone che ci hanno lasciato, come Pietro Bettini, il giovane arancere colpito da un infarto nel 2013 proprio durante la battaglia, Massimo Baima (per tutti Macio), ricordato dal Generale Vincenzo Ceratti con uno scatto di quando erano adolescenti, o Ugo Munari, mancato proprio durante il periodo di Carnevale, così come Davide Olivetti. Tantissime le semplici immagini di momenti di gioia e di festa, i sogni da Mugnaia di tante ragazze, i ricordi nostalgici di Pifferi, Abbà ormai adulti e Vivandiere, infine immancabili le emozioni della battaglia. Preziosi i racconti delle Componenti: dal Comitato della Croazia che ha messo a disposizione 30 immagini d’epoca di Polenta e Merluzzo, fino alle Associazioni di aranceri che hanno voluto condividere le foto storiche dei fondatori delle rispettive squadre. Emozionante vedere le immagini di Carnevali ormai lontani, quando la festa era molto diversa e certamente più intima, così come ritrovare personaggi e gruppi che hanno fatto la storia del Carnevale: tra questi il mitico Bobet, mazziere dei Pifferi, e Costantino Garda, che per 10 anni ha ricoperto in modo indimenticabile il ruolo di Magnifico Podestà. In tanti hanno scoperto (o riscoperto) la presenza dell’ufficiale a cavallo in piazza di Città a controllare lo svolgimento delle prime battaglie, il tiro ai balconi, i costumi della festa degli Amis ad Piassa dla Granaja, e i volti di tante Mugnaie e Generali.

I fotografi

Particolarmente attivi i fotografi, sia quelli eporediesi che per molti rappresentano la memoria storica della manifestazione, ma anche tanti che magari hanno vissuto il nostro Carnevale solo per un anno, o per un giorno, regalandoci uno sguardo e un punto di vista assolutamente unico e inedito. Non sono mancate le testimonianze tramite forme espressive alternative, tra cui illustrazioni e video. Proprio un disegno dello scarlo di Piazza di Città ha chiuso la selezione dei 180 ricordi pubblicati, mentre il contributo maggiormente carico di emozioni è stata certamente la Canzone del Carnevale suonata dal giovane pianista eporediese Thomas Masciaga (30.000 visualizzazioni solo sui canali ufficiali del Carnevale). Ad arricchire ulteriormente il bagaglio di materiale raccolto ci ha pensato l’Archivio Storico Olivetti, con la condivisione di un’immagine d’autore degli anni ’60 del fotografo Gianni Barengo Gardin.

Pannelli esposti in Piazza di Città

L’iniziativa, nata per i canali social e digital, ha dato vita anche a una vera e propria esposizione a cielo aperto: sette pannelli 3×2 metri, raffiguranti altrettante immagini e ricordi selezionati attraverso #uncarnevalediricordi, sono stati esposti di fronte al Municipio di Ivrea e vi resteranno almeno per tutto il mese di marzo.

Il Carnevale sulla BBC

A completare il successo di questa iniziativa ci ha pensato la BBC. Proprio in occasione del giorno di chiusura di #uncarnevalediricordi, il 28 febbraio, BBC World News, uno dei principali canali All News al mondo (oltre 100 milioni di spettatori alla settimana, dato 2019), ha trasmesso con sei repliche “The Travel Show”, programma di punta dell’emittente britannico che ha dedicato ampio spazio al racconto della scorsa edizione del Carnevale di Ivrea.

I numeri

Di seguito tutti i numeri di #uncarnevalediricordi:

  •  5000 immagini inviate dagli utenti
  • 2500 post pubblicati su Instagram con #uncarnevalediricordi
  • 53 giorni di pubblicazione su canali ufficiali
  • 180 post / ricordi pubblicati su profilo ufficiale Carnevale Ivrea (media 3,5 al giorno)
  • 1 MILIONE di visualizzazioni (Instagram)
  • 91.000 like (Instagram)
  • + 500 Follower su Instargram rispetto a 6 gennaio 2021 (oggi 14,3 K Follower)