Per gli appassionati

Romano Canavese: Tornano i corsi internazionali di musica della rassegna "Antiqua"

Musicisti d'eccezione per delle masterclass di alto livello: tanta attesa per i concerti.

Romano Canavese: Tornano i corsi internazionali di musica della rassegna "Antiqua"
Cultura Ivrea, 25 Luglio 2021 ore 17:30
Dal 26 luglio al 1 agosto Romano Canavese  tornerà ad ospitare i corsi internazionali di musica antica proposti dall’Accademia del Ricercare. Romano Canavese: Tornano i corsi internazionali di musica della rassegna "Antiqua"

Masterclass d'eccezione

Circa 70 giovani talenti, italiani e stranieri, si daranno appuntamento a Romano per seguire Masterclass d’eccezione con Maestri di fama internazionale. Un appuntamento che il Comune attende come sempre con entusiasmo. Dice il sindaco Oscarino Ferrero: «Anche quest'anno, malgrado le difficoltà dei tempi che stiamo vivendo, l'Amministrazione comunale di Romano Canavese ha condiviso e favorito la decisione dell'Accademia del Ricercare di riproporre, nel rispetto delle norme per il contrasto della pandemia, gli ormai tradizionali festival e corsi di musica antica a Romano Canavese. Un’occasione per dimostrare che è possibile proporre gli eventi culturali in sicurezza, rispettando le disposizioni. Il settore culturale, così importante per l'economia italiana, speriamo riesca finalmente a ripartire dopo tutti questi mesi di chiusura».

Musicisti di livello internazionale

L’evento, curato dal direttore artistico Manuel Staropoli, è diventato da molti anni uno degli eventi più importanti del calendario della bella cittadina canavesana. Come sempre, i protagonisti di questo concerto saranno i docenti del Corso, tutti musicisti di livello internazionale, con un curriculum di grande prestigio, che si dedicano da tempo all’esecuzione storicamente informata delle opere degli autori noti e meno noti del repertorio preromantico.

Il programma

Il programma propone un ampio excursus nelle tradizioni musicali dei diversi Paesi europei, partendo dalla Germania, con alcuni brani dell’insuperabile trio formato da Johann Sebastian Bach, Georg Friedrich Händel e Georg Philipp Telemann, per arrivare alla Francia del Grand Siècle, con una delle opere più note del grande violista Marin Marais. Ovviamente, in un concerto come questo non poteva mancare qualche brano di Antonio Vivaldi, del quale verranno eseguiti la bella Triosonata in re minore.

​Parola al Direttore artistico

Dice Staropoli: «Per il secondo anno abbiamo dovuto affrontare una situazione particolare nell’organizzazione dei corsi, le restrizioni e le difficoltà dovute alla pandemia mettono a dura prova tutto ciò che è legato allo stare insieme e al fare musica insieme nel nostro caso particolare. Ma non ci siamo mai arresi e personalmente penso che la forza che si crea nel lavorare assieme, nel fare arte assieme non possa far altro che creare una bella energia di cui tutti potranno beneficiare. Anche quest’anno avremo allievi internazionali, in particolar modo provenienti dall’Austria ma una new entry dell’ultimo momento, l’insegnante di Chalumeaux e Clarinetto Storico Francesco Spendolini sta portano molti allievi con se provenienti dalla Spagna e dall’Inghilterra. Anche in questa occasione possiamo affermare che il corso di Romano è ormai un evento che si colloca tra i vari corsi estivi nel panorama internazionale».

In conclusione

Il 30 luglio e il 1 agosto la Chiesa di Santa Marta e la Chiesa dei Santi Pietro e Solutore di Romano ospiteranno i due tradizionali concerti conclusivi del Corso Internazionale di Musica Antica con la direzione artistica di Manuel Staropoli, che vedranno esibirsi insieme gli allievi e i docenti di questa straordinaria kermesse. Il primo, intitolato “Gioielli del Barocco”, metterà a confronto le tradizioni musicali fiorite in Francia e in Germania nel corso del XVII e del XVIII secolo, evidenziando la forte influenza che la Francia del Gran Siècle esercitò sui Paesi di lingua tedesca.