Cultura
Front

Tre ricercatori storici alla scoperta dei “documenti perduti” tra i vecchi libri e le antiche pergamene...

L’occasione era quella di cercare documenti nell'archivio storico riguardante l'ingegnere Destefanis

Tre ricercatori storici alla scoperta dei “documenti perduti” tra i vecchi libri e le antiche pergamene...
Front Pubblicazione:

Tre ricercatori storici alla scoperta dei “documenti perduti” tra i vecchi libri e le antiche pergamene...

Tre ricercatori storici alla scoperta dei “documenti perduti”

Molto lavoro “alla ricerca dei documenti perduti” lunedì  18 settembre in sala consigliare nel Comune di Front e grandi incontri tra importanti ricercatori storici, infatti a lavorare tra antiche pergamene e vecchi libri c’erano: Luigi De Paoli, Valentino Vallino e Mario Di Stefano.

La ricerca

L’occasione era quella di cercare documenti nell'archivio storico riguardante l'ingegnere Destefanis: «Tale ricerca è legata all'iniziativa dell'inaugurazione dei pannelli storici avvenuta nella frazione di Vauda Inferiore durante la festa patronale di San Lorenzo – Così Valentino -  Dove di grande rilievo è stato l'intervento del cavaliere Alessandro Mella, storiografo, scrittore e presidente onorario dell'Associazione Studi Storici Giolitti di Torino, che pur reduce da una difficile operazione cardiochirurgica ed ancora in piena convalescenza, ha parlato dell'importanza che i personaggi del luogo: dall’ ingegnere Destefanis a don Castagneri e il maggiore Castagneri. Tutte personalità che hanno rappresentato per la frazione stessa: fase importantissima di assistenza e alfabetizzazione dei residenti stessi».

Fondi

Per l’occasione il sindaco Andrea Perino ha incontrato lo storico frontese Luigino De Paoli per una specifica iniziativa assai importante: «Abbiamo inviato il progetto per il restauro di un quadro della chiesa di Front – Così il sindaco - Che raffigura Santa Maria Maddalena a Santa Marta del 1748 e l’ultimo restauro del 1833. Grazie al contributo del Comune di 4 mila euro e del Ministero dei Beni Culturali e con il sostegno della popolazione sarà avviato il restauro. Un plauso al nostro storico Luigino sempre disponibile ed attento alla storia dei nostri beni artistici e storici frontesi che sono il nostro passato ma anche il nostro futuro. Ringrazio Luigino anche per la biblioteca e l’archivio storico ed i colleghi per un gran lavoro ed il mio è davvero un ringraziamento ufficiale».

Seguici sui nostri canali