locana

Una passione infinita e una sfida: «In bici sulle Alpi», la prima fatica letteraria di Mattia Barlocco

Ad ispirare il libro la «Traversata delle Alpi in solitaria», impresa compiuta dal canavesano nel 2019.

Una passione infinita e una sfida: «In bici sulle Alpi», la prima fatica letteraria di Mattia Barlocco
Cultura Alto Canavese, 06 Dicembre 2020 ore 13:26

Una passione infinita e una sfida, «Traversata delle Alpi in solitaria» che ha ispirato «In bici sulle Alpi», la prima fatica letteraria di Mattia Barlocco.

«In bici sulle Alpi» di Mattia Barlocco

In questi tempi difficili nei quali lo sport, le uscite in montagna e l’avventura sono stati travolti e assopiti insieme a molte altre nostre abitudini, una boccata d’aria fresca arriva dal libro «In bici sulle Alpi», la prima fatica letteraria di Mattia Barlocco, presentata in diretta streaming dalla pagina facebook «Amici dell’ufficio turistico di Locana» lunedì 16 novembre.

Le sfide appassionate di Mattia

Mattia è tornato di recente agli onori della cronaca per la sua ultima sfida risalente, a pochi mesi fa, ovvero la «Traversata dei borghi più belli d’Italia», sempre con la sua fedele bicicletta, un bagaglio leggero e tanta voglia di avventura e di mettersi in gioco. Gli stessi sentimenti che hanno animato la sua prima sfida, cioè la «Traversata delle Alpi in solitaria» avvenuta nel 2019, tema oggetto del libro che l’autore racconta come un’avventura, partendo dal percorso personale che ha fatto maturare l’idea di questo viaggio in bicicletta, in un alternarsi di spirito sportivo e voglia di avventura. Il tutto tra momenti di crisi, sia fisiche, che mentali e la felicità assoluta che deriva dal superamento delle difficoltà. Un’altalena di emozioni e descrizioni di panorami e scorci unici che scorrono davanti agli occhi mentre le gambe spingono sui pedali verso la fine della prossima tappa, un chilometro dopo l’altro, da Trieste a Locana.

E’ proprio questa passione, questa profonda concentrazione su sé stesso, sul lasciare andare il superfluo e sul cambiamento interiore che hanno attirato l’attenzione dell’editore «Alpine Studio» ed in particolare di Giada Bruno, curatrice della collana «Orizzonti», che ha aiutato Barlocco nella realizzazione del libro, pensando ad una narrazione fruibile da tutti e non soltanto dagli appassionati delle due ruote. Infatti, come spiega Bruno, l’idea alla base della collana è proprio spingere i lettori ad uscire di casa e a riscoprire cosa di bello c’è al di là delle mura domestiche, un miraggio in questo periodo, o forse una speranza per superare l’immobilità del momento. La presentazione è visibile sulla pagina facebook dell’Ufficio Turistico di Locana, mentre il libro è disponibile sia online dal sito della casa editrice, in e-commerce e in tutte le librerie.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità