Menu
Cerca

Anno ricco di soddisfazioni per il Liceo musicale di Rivarolo

Va in archivio un anno veramente laborioso sia per l’attività artistica sia per quella didattica per tutti i soci dell’associazione Liceo Musicale di Rivarolo impegnati nel gravoso progetto sulla legalità noto oramai con il titolo di “Parole che suonano” ma anche fortemente motivati nella formazione tecnica personale.

Anno ricco di soddisfazioni per il Liceo musicale di Rivarolo
Economia 26 Luglio 2017 ore 01:07

Va in archivio un anno veramente laborioso sia per l’attività artistica sia per quella didattica per tutti i soci dell’associazione Liceo Musicale di Rivarolo impegnati nel gravoso progetto sulla legalità noto oramai con il titolo di “Parole che suonano” ma anche fortemente motivati nella formazione tecnica personale.

Va in archivio un anno veramente laborioso sia per l’attività artistica sia per quella didattica per tutti i soci dell’associazione Liceo Musicale di Rivarolo impegnati nel gravoso progetto sulla legalità noto oramai con il titolo di “Parole che suonano” ma anche fortemente motivati nella formazione tecnica personale. Ad iniziare anche quest’ anno la serie degli esami sono state una ventina di allieve dei corsi di danza classica i cui ottimi risultati sono arrivati solo nel mese di giugno direttamente dalla Royal Academy of dance, commissione internazionale. Ben 5 di loro (Alessandra ntoniono, Martina Curto e Martina Palese di Rivarolo, Martina Freisa e Eleonora Lapio di San Giusto Canavese) hanno sostenuto e superato il livello intermedio: livello molto importante perché si ha la possibilità, in un futuro, di continuare gli studi seguendo i corsi professionali per diventare insegnanti. A seguire ci sono state le prove di certificazione presso il Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria per i percorsi pre-accademici. Un pochino tutto il Canavese è stato coinvolto nell’impegno poiché le hanno conseguite per storia della musica la castellamontese Giorgia Goglio, per grammatiche musicali, tutti con risultati eccellenti, Martina Dal Bon di Favria, Isabella Data di Pratiglione, Rebecca Lorenzi di Rivara, Marco Lupoli di Front Canavese, Giulia Nigra di Pont Canavese, Irene Perfetto di Lombardore e Gioele Tarsia di Feletto. Per quanto riguarda invece le materie strumentali è stata conseguita una certificazione A di clarinetto dalla cuorgnatese Francesca Acotto ed una certificazione B di pianoforte dalla torinese Elisa Demitri. In attesa della sessione autunnale che ricomincerà a partire dalla seconda settimana di settembre e si protrarrà fino al mese di ottobre 2017, tutti i corsi si godranno un meritatissimo breve periodo di pausa per dar modo alla segreteria di riorganizzare le nuove classi ed i nuovi progetti già attualmente al vaglio del direttivo di entrambe le associazione e soprattutto dei due direttori artistici Barbara Quintaba e Sonia Magliano sempre molto attente a fornire nuove idee rivolte al miglioramento futuro.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli