Piccoli prestiti: in aumento richieste ed erogazioni

Gli italiani sono molto affezionati ai piccoli prestiti per semplici ragioni

Piccoli prestiti: in aumento richieste ed erogazioni
15 Gennaio 2019 ore 07:00

In Italia davvero pochi tipi di prestito riescono a riscuotere un successo davvero duraturo fino ad ora soltanto i piccoli prestiti sono riusciti a mantenersi in auge e i dati confermano tale tendenza anche il 2018.

Gli italiani, che come noto hanno l’abitudine di risparmiare, sono molto affezionati ai piccoli prestiti e le ragioni sono semplici da spiegare. Uno dei motivi per cui si riconferma il successo dei piccoli prestiti è il fatto che sono semplici da ottenere, ma non bisogna sottovalutare anche il fatto che sono facili da gestire e portare a chiusura senza patemi d’animo.

Secondo il sito specializzato IPiccoliPrestiti.com, il piccolo credito si può ottenere anche in meno di 24 ore se ci si rivolge ad istituti bancari ben organizzati per offrire questo genere di servizio veloce. Gli italiani scelgono il prestito veloce, dunque, per far fronte alle emergenze. Il meccanismo infatti è questo il seguente: si verifica l’emergenza economica con relativo bisogno di liquidità e si risolve il problema chiedendo un prestito nel giro di una settimana o anche meno.

In altri casi si ricorre al piccolo prestito per altre ragioni. Si può scegliere di farlo per saldare un piccolo debito e non pensarci più, altri lo richiedono allo scopo di potersi permettere una vacanza senza limiti di spesa e in tutta tranquillità. Viste le finalità dei piccoli prestiti raramente i finanziamenti richiesti superano i 3000 euro, con tempi di ammortamento che vanno dai 24 ai 36 mesi.

Chi accede al piccolo prestito?

Se circa il 12% degli italiani richiede piccoli prestiti è perché sono facili da ottenere e soprattutto si tratta di una linea di credito trasversale, davvero tutti possono farne richiesta. Chi è sopra i 18 anni può ottenere senza alcuna difficoltà un preventivo e calcolare se la proposta di finanziamento faccia al caso proprio.

Già dal preventivo si può notare una caratteristica particolare che contribuisce al successo dei piccoli prestiti: in molti casi vengono offerti con un tasso di interesse davvero basso, si va dall’1 e mezzo per cento fino a un massimo del 3 – 4 per cento, in base alle condizioni offerte dagli istituti bancari.

Se poi il piccolo prestito viene richiesto all’Inpdap le condizioni si fanno ancora più favorevoli perché i tassi di interesse sono i più bassi al momento e si può ottenere facilmente una cessione del quinto. Il problema è che non tutti possono avere accesso ai prestiti ex Inpdap perché per farlo bisogna essere pensionati pubblici oppure dipendenti della pubblica amministrazione.

Documenti necessari per il piccolo prestito

Una domanda lecita da porsi è quali siano le traversie burocratiche da passare nel momento in cui si voglia richiedere un prestito di questo tipo. Ebbene, nella maggior parte dei casi siamo lieti di poter dire che i piccoli prestiti richiedono davvero una minima burocrazia. Proprio per questo motivo chi è già in possesso dei documenti obbligatori per fare richiesta potrà accedere al prestito in tempi da record.

Ecco ciò che serve quasi sempre per ottenere un piccolo prestito:

  • I cittadini italiani devono presentare un documento di identità che attesti che il richiedente ha più di 18 anni quindi sono necessari la carta d’identità o la patente di guida e il codice fiscale.
  • I cittadini dell’Unione Europea e quelli extracomunitari devono presentare il certificato di residenza o il permesso di soggiorno.
  • Il lavoratore dipendente è tenuto a presentare la busta paga che permette di capire a quanto ammontano i guadagni e quindi anche a quanto può ammontare la rata da pagare mensilmente.
  • I pensionati sono tenuti a presentare l’ultimo cedolino della pensione per le stesse motivazioni della busta paga.
  • Un lavoratore libero professionista invece può ottenere un prestito se presenta l’ultima dichiarazione dei redditi e il modello F24.

Come è facile notare i documenti da presentare sono davvero minimi e la richiesta si può fare anche attraverso un semplice modulo oppure online. Richiedere piccoli prestiti può semplificare molte situazioni nella vita facendo risparmiare su costi e tassi di interesse, per questo possiamo concludere che sia la categoria di prestito più consigliata.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità