Poste Italiane per le "aree marginali", a Roma anche il Canavese

Ieri al centro congressi “La Nuvola” c’erano tanti amministratori provenienti dal Canavese, dal Ciriacese e dalle Valli di Lanzo.

Poste Italiane per le "aree marginali", a Roma anche il Canavese
Economia Rivarolo, 29 Ottobre 2019 ore 15:43

Francesca Bonomo (Pd): «Da Poste Italiane investimenti e nuovi servizi per le aree cosiddette marginali: prosegue il percorso avviato grazie alla legge sui piccoli comuni del 2018».

Poste Italiane per le "aree marginali"

L’avvio di programmi di educazione finanziaria e digitale; Pos gratuiti ai Comuni per i servizi di pagamento digitale; l’uso di mezzi “green” per il recapito della posta; l’installazione di locker nei Comuni privi di ufficio postale, per semplificare le operazioni di consegna dei pacchi e il pagamento dei bollettini; l’installazione di cassette postali smart a tecnologia digitale; l’attivazione di servizi di informazione per i cittadini; la realizzazione di nuovi eventi filatelici per meglio valorizzare le tradizioni e le realtà del territorio. Sono questi gli impegni che Poste Italiane ieri, lunedì 28 ottobre, ha preso a Roma con i sindaci dei piccoli Comuni d’Italia per annunciare l’introduzione di nuovi servizi dedicati alle realtà locali con meno di 5mila abitanti.

Canavese presente

Al centro congressi “La Nuvola” c’erano tanti amministratori provenienti dal Canavese, dal Ciriacese e dalle Valli di Lanzo, che hanno voluto essere presenti per evidenziare ancora una volta i bisogni dei territori considerati erroneamente marginali. Grazie alla legge sui piccoli Comuni approvata dal Governo Gentiloni nel 2018, è iniziato un nuovo percorso con Poste Italiane, che ha siglato un patto con i territori e con i cittadini capace di portare investimenti e nuovi servizi per la crescita economica e sociale del Paese. "Ringrazio in particolare il presidente di Uncem, Marco Bussone, l’Anci ed il collega Enrico Borghi che da sempre sono vicini agli amministratori e alle comunità locali ed alle loro esigenze" ha dichiarato il deputato canavesano del PD Francesca Bonomo.