Menu
Cerca
Sponsorizzato

IBS, nuovo depuratore ad alta efficienza

Inaugurato un impianto di depurazione delle acque di ultima generazione

IBS, nuovo depuratore ad alta efficienza
Idee & Consigli 01 Dicembre 2020 ore 12:03

Nel settembre scorso, nello storico stabilimento IBS di Buttigliera Alta, in provincia di Torino, focalizzato sulla produzione di fasteners destinati al mondo automotive, è stato inaugurato un impianto di depurazione delle acque di ultima generazione. Si tratta di un sistema in grado di abbattere gli inquinanti ben al di sotto dei limiti tabellari per lo scarico in fognatura e che si qualifica come un ulteriore milestone nella strategia di contenimento dell’impatto ambientale generato dalle proprie attività da parte di Fontana Gruppo, la multinazionale dei fasteners di cui IBS fa parte.

2 foto Sfoglia la gallery

Gianni Maja, Facility Manager Emea di Fontana Gruppo, spiega: “Fino al 2018 i reflui erano trattati nell’impianto del comprensorio industriale ex FIAT di Buttigliera Alta con lo scarico diretto in acque superficiali e prestazioni molto ridotte in termini di trattamento dei reflui: così, nel 2019, l’azienda ha deciso di realizzare ex novo un impianto che rispondesse pienamente a quanto previsto dal Testo Unico in materia ambientale, ovvero la legge n.152/2006. È stato avviato un dialogo con la pubblica amministrazione, la Città metropolitana di Torino, il Comune, l’Arpa, la Regione e le altre istituzioni presenti sul territorio per definire e realizzare un piano ad alto valore aggiunto per le attività dell’azienda e di riduzione dell’impatto dell’attività industriale sul territorio circostante”. Oggi tutto ciò è realtà e si registra già la piena operatività di un impianto di decapaggio dotato di sistemi di supervisione e controllo remoto rispondenti ai requisiti di Industria 4.0, in grado di garantire elevate performance in termini di trattamento dei reflui industriali. “Con queste implementazioni siamo anche in grado di garantire alla produzione assoluta flessibilità gestionale, coordinando in maniera ottimale le fasi di picco e fermo della produzione. Entro l’anno, inoltre – continua l’ingegner Maja – abbiamo in programma di rendere il plant di IBS indipendente dagli impianti ormai obsoleti dell’ex comprensorio FIAT anche per quanto riguarda l’approvvigionamento idrico attraverso il prelievo di acqua di pozzo che costituirà il nuovo punto di fornitura per l’acqua”.

2 foto Sfoglia la gallery

Fontana Gruppo, dunque, procede sulla strada maestra del green, che prende in considerazione oltre a tematiche prettamente di gestione industriale come il corretto smaltimento dei rifiuti, il contenimento del consumo degli oli, la riduzione delle emissioni, anche una più efficiente riprogettazione e reingegnerizzazione dei processi in particolare durante le iniziative di aggiornamento tecnologico degli impianti.