Opere realizzate nonostante il Covid

A Bosconero la Giunta Forneris traccia il bilancio del suo “primo anno”

Per tutto il paese è stato un periodo difficile, ma l'impegno del Municipio è risultato costante.

A Bosconero la Giunta Forneris traccia il bilancio del suo “primo anno”
Alto Canavese, 27 Settembre 2020 ore 18:28

Dalla rielezione la maggioranza tira le somme di una stagione davvero difficile. A Bosconero la Giunta Forneris traccia il bilancio del suo “primo anno”.

A Bosconero la Giunta Forneris traccia il bilancio del suo “primo anno”

Un anno o poco più dall’avvio del nuovo mandato. Mesi che si sono rivelati molto difficili per tutti, non solo per chi amministra la «res pubblica», bensì per l’intera popolazione che ha dovuto fare i conti con un nemico invisibile, ma terribile come il Coronavirus. Una situazione che ha fortemente colpito la comunità di Bosconero, la quale ha perso anche alcune figure importanti per colpa del Covid. Nonostante tutto, però, si è cercato di andare avanti, lavorando sodo, con la maggioranza guidata dal sindaco Paola Forneris che adesso, in un periodo di relativa calma, ha deciso di tracciare il bilancio di questa stagione così complicata.

La macchina non si è fermata

«Il compleanno dell’Amministrazione coincideva con la fine di maggio, periodo in cui la nostra comunità stava ancora attraversando una fase difficile a seguito dell’emergenza Covid e non ci sembrava rispettoso celebrarlo in quel particolare momento. Era nostra intenzione rendere noto alla cittadinanza con incontri annuali i progressi compiuti di volta in volta, ma la concentrazione in quel momento era rivolta all’emergenza sanitaria. Nonostante la situazione critica, di blocco generale delle attività, la macchina amministrativa del Comune di Bosconero non si è mai fermata e ne sono dimostrazione le opere concluse, avviate e di prossima partenza».

Diverse le opere compiute

«La prima opera visibile è la messa in sicurezza del Rio Molino con la realizzazione di una scogliera di contenimento e di una ringhiera metallica, grazie ad un contributo che il Comune ha ricevuto dalla Regione. In via Trieste invece è ripresa l’attività di cantiere e sono iniziati i lavori di miglioramento e riqualificazione della viabilità, marciapiedi e parcheggi fronte palazzi».

Nuovo parcheggio

«In questi giorni è partito un altro importante cantiere per la realizzazione del parcheggio lato stazione che accoglierà fino a 100 posti auto. L’area in questione, corredata nel lato sud da un’area verde, ospiterà pure colonnine per la ricarica di auto e bici elettriche. Accanto a queste importanti opere pubbliche visibili un altro grande risultato è stato raggiunto con l’approvazione, nel mese di giugno, del Progetto Preliminare della Ottava Variante Non strutturale del Piano Regolatore comunale. Con tale strumento urbanistico si sono soddisfatte le esigenze, di carattere residenziale, di molti cittadini che attendevano da anni di trovare risposte alle loro richieste».

Importante il rientro a scuola

Argomento delicato quello della scuola. «In questi mesi estivi l’Amministrazione e gli uffici hanno dialogato e collaborato con l’Istituzione Scolastica per la programmazione della ripresa delle lezioni in sicurezza. Analizzando le varie linee guida sono state allestite le aule, predisposti gli accessi, organizzati gli spazi in modo da ottenere il risultato sperato. Le lezioni stanno riprendendo con gli stessi orari degli scorsi anni, senza arrecare disagio alle famiglie. Da sempre siamo attenti alla cura di una scuola accogliente e sicura ed è in quest’ottica che sono stati adeguati i programmi di investimento nei confronti dell’edificio che ospita la scuola primaria. Abbiamo incaricato un ingegnere di eseguire uno studio di vulnerabilità sismica, che individua interventi i quali diluiti nel tempo renderanno la scuola più sicura e rispettosa di norme che non tutte le scuole potranno vantare di aver recepito». Già dei lavori sono stati compiuti: «Si è intervenuti con un tempestivo e massiccio lavoro finalizzato alla protezione delle aule, con rifacimento delle controsoffittature dei solai, mentre con un secondo intervento si eseguirà un adeguamento strutturale nei seminterrati, completato in tempi brevi e senza interferire con le attività scolastiche. Di recente il Governo ha emanato un bando per sostenere economicamente massicci interventi di adeguamento antisismico degli edifici scolastici. Con scelte tempestive e coraggiose (se si considera che il bando è stato pubblicato nel mese di agosto) non ci precludiamo la possibilità di aderire al bando per la realizzazione di un nuovo edificio scolastico. Scelta coraggiosa, che presta attenzione alla sicurezza e alla crescita dei bambini che dovranno vivere le loro esperienze scolastiche in ambienti sempre più sostenibili».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità