Politica
scuola

Andrate: altri interventi nella scuola primaria in località Santa Maria

Un’operazione che comporta una spesa complessiva di 50 mila euro

Andrate: altri interventi nella scuola primaria in località Santa Maria
Politica Ivrea, 31 Luglio 2022 ore 11:56

Andrate: altri interventi nella scuola primaria in località Santa Maria

Approvato dalla Giunta

A seguito degli interventi occorsi alla scuola primaria in località Santa Maria riguardo l’adeguamento dei servizi igienici e la sostituzione dei serramenti (opere completate nel 2018), nonché del successivo lavoro di rifacimento della copertura della parte bassa del fabbricato sovrastante l’ingresso di due anni dopo, la giunta comunale di Andrate ha ora approvato il progetto preliminare di altri interventi nell’edifico scolastico. “Un’operazione che comporta una spesa complessiva di 50 mila euro”, ha riferito il sindaco Enrico Bovo. “Il Comune può contare sui contributi statali per investimenti destinati a opere pubbliche, in particolare per efficientamento energetico degli edifici di proprietà pubblica e di edilizia residenziale pubblica e per sviluppo territoriale sostenibile”.

Un servizio fondamentale per i cittadini andratesi

Tra i lavori da eseguire le opere di sistemazione, l’adeguamento e messa in sicurezza della struttura, bisognosa di necessari interventi di manutenzione straordinaria nel piano seminterrato e sui balconi del lato sud, oltre alla tinteggiatura delle aule e di diversi locali. La scuola di Santa Maria, che conta una ventina d'iscritti distribuiti in due pluriclassi per biennio e triennio, secondo il primo cittadino è un servizio fondamentale per i cittadini andratesi. “L’esistenza di un plesso scolastico con servizi efficienti è strettamente correlato al mantenimento della residenzialità delle famiglie, con i loro valori e con la cura del territorio, elemento indispensabile per l’economia globale del nostro paese”. Una constatazione, quella del primo cittadino, che di fatto riverbera il timore sempre presente di un rischio di chiusura del complesso per l'insufficienza del numero minimo di iscritti. La deroga ai provvedimenti che la Regione Piemonte ha adottato per il dimensionamento della rete scolastica è fortunatamente riuscita per ora ad allontanare tale scenario, che altrimenti avrebbe innescato inevitabili problematiche, dal momento che le scuole dei paesi più vicini distano non meno di sei chilometri e non sono servite da mezzi pubblici.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter