Politica
tutti d'accordo

Area camper a Rivarolo, progetto in revisione: scampato il pericolo «campo rom»

Raimondo all’attacco contro Ghirmu, Rostagno chiede correttezza e moderazione.

Area camper a Rivarolo, progetto in revisione: scampato il pericolo «campo rom»
Politica Rivarolo, 17 Dicembre 2022 ore 06:32

Area camper a Rivarolo, progetto in revisione: scampato il pericolo «campo rom».

Area camper a Rivarolo

Non è una novità che ad animare il dibattito durante le sedute del Consiglio comunale di Rivarolo siano, quasi sempre, gli interventi della minoranza consiliare di centrodestra «Riparolium». Il “casus belli”, alla riunione di martedì scorso, è stato offerto (di nuovo) dal tema «area camper», ossia il progetto dell’Amministrazione di realizzare un campo di circa 1100 metri quadrati in frazione Pasquaro da adibire alla sosta di autocaravan a fini turistici.

Richiesta della Minoranza

Il gruppo di opposizione, per voce dell’ex sindaco Fabrizio Bertot e del consigliere Aldo Raimondo, ha chiesto con una mozione la revoca della relativa delibera, in quanto il piano così com’è presenterebbe troppe falle: da una parte la cifra spropositata prevista per il completamento dei lavori (intorno ai 250mila euro), dall’altra la posizione del campo inadeguata alla sua funzione e il rischio considerevole che in breve tempo venga occupata da nomadi, che vi troverebbero un contesto adatto alle loro esigenze (come già era stato evidenziato durante lo scorso Consiglio). Per Bertot, insomma, allo stato attuale un’area camper in quello spazio non sarebbe utile nè per il Comune nè per frazione Pasquaro. Ma soprattutto i due consiglieri hanno contestato la poca trasparenza dell’Amministrazione sullo sviluppo del progetto, nonché l’assenza dei membri della maggioranza alla Commissione che ne ha valutato la fattibilità.

Affondo all'assessore Ghirmu

L’affondo di Riparolium si è poi rivolto ancora una volta all’assessore al commercio Helen Ghirmu, già attaccata la settimana precedente in merito al problema del mercato cittadino e definita da Bertot «Attila, perchè dove passa distrugge». A rincarare la dose, questa volta, è stato Raimondo, che si è spinto a consigliare al sindaco Alberto Rostagno di «cambiare assessore». Suggerimento non richiesto e non gradito, tanto che il sindaco è accorso subito in difesa della propria collega di Giunta: «Chiedo un po’ di correttezza e di onesta, e che si smetta di ricorrere a modi offensivi - ha affermato il primo cittadino - Io ho piena fiducia nell’assessore Ghirmu e sono convinto stia lavorando molto bene».

Mozione respinta

A chiudere la questione è intervenuto il consigliere di maggioranza Lorenzo Vacca: «Respingiamo la mozione - ha detto - perché vorremmo rivedere la progettazione in modo che siano sistemate la criticità». Insomma, almeno sotto questo profilo, tutti d’accordo.

Seguici sui nostri canali