Politica
Per tutti i contribuenti morosi

Avvio fase di recupero di IMU e TARI

Ultima possibilità per i contribuenti morosi di pagare o rateizzare il loro debito

Avvio fase di recupero di IMU e TARI
Politica Ivrea, 03 Aprile 2022 ore 11:33

Avvio fase di recupero di IMU e TARI

Avviso dall'Amministrazione Comunale

Nei prossimi giorni proseguirà d’ufficio, come prevede la normativa vigente, la fase di recupero di parte dei crediti IMU e TARI. Ai contribuenti morosi verrà recapitata la comunicazione di scadenza del termine di pagamento degli atti esecutivi ricevuti. L’Amministrazione comunale precisa che tale procedura riguarda esclusivamente quei debitori che, dopo svariati solleciti inviati di cui è stata accertata la notifica, non hanno provveduto né al pagamento né alla richiesta di rateizzazione. Tale ulteriore comunicazione è l’ultima possibilità di pagare senza ulteriori somme addebitate rispetto a quelle indicate nell’ingiunzione già ricevuta.

858 posizioni debitorie

Quest’attività fa parte dell’azione sviluppata in questi anni dall’Amministrazione volta al recupero delle importanti somme accumulate negli anni che limitano la disponibilità di risorse a bilancio che potrebbero essere utilizzate per erogare servizi a vantaggio di tutti i cittadini.
L’azione di recupero coattivo è stata avviata su una prima tranche, per un importo complessivo di € 863.712,00, per un totale di 858 posizioni debitorie.
Dal lavoro di ingiunzione svolto lo scorso anno sono stati pagati o ne è stata richiesta la rateizzazione, 328 atti per un totale di € 379.266,00.

Ultimo richiamo per i contribuenti morosi

Nei prossimi giorni, dunque, sarà inviato l’ultimo avviso che darà ai contribuenti che ancora non hanno risposto, la possibilità di pagare o rateizzare il loro debito. Dopodiché si avvieranno, come dispone la normativa, le azioni di recupero coattivo con un inevitabile incremento di costi per il contribuente. L’Amministrazione comunale, oltre al recupero delle somme a credito, ha puntato in questi anni anche al miglioramento del rapporto con il contribuente con l’obiettivo di raggiungere un equilibrio e una proficua collaborazione, sia attraverso l’allungamento delle rateizzazioni fino a 36 mesi, sia prevedendo forti sgravi per le famiglie con certificata difficoltà economica e più in generale con l’avvio di un azione di controllo e aggiornamento delle banche dati che potrà, nei prossimi anni, accorciare il periodo di verifica del dovuto perfezionando un dialogo sempre più proficuo e meno sanzionatorio con i contribuenti. L’Amministrazione ritiene altresì importante ribadire come il mantenimento del livello di erogazione dei servizi a favore della Comunità sia strettamente legata alla corretta e puntuale contribuzione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter