Borgofranco d'Ivrea

Chiusura Asilo di San Germano, la Minoranza scrive ai cittadini

Chiusura Asilo di San Germano, la Minoranza scrive ai cittadini
Ivrea, 29 Settembre 2020 ore 16:03

Chiusura Asilo di San Germano, la Minoranza scrive ai cittadini: “Facciamo Chiarezza!!”.

Chiusura Asilo di San Germano

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del gruppo di minoranza Insieme per Borgofranco in merito alla chiusura dell’asilo di San Germano.

Soltanto il 24 agosto è stata comunicata ai genitori la chiusura dell’asilo, adducendo presunte criticità strutturali nonostante ci sia una perizia redatta dal tecnico incaricato dal Comune a maggio 2020 che ritiene la struttura idonea all’uso, di cui riportiamo testualmente le parti salienti :
I sopralluoghi effettuati e le osservazioni estese all’intera struttura hanno permesso di escludere la presenza di dissesti in atto ed hanno evidenziato la normale potenzialità statica dell’edificio che risulta, a parere del sottoscritto, staticamente idoneo in relazione ai carichi, alla destinazione d’uso dello stesso ed alle conseguenti sollecitazioni di esercizio.
Inoltre l’attuale Amministrazione insiste sulla mancanza di una certificazione antisismica che non è neppure stata prodotta per i plessi comunali delle scuole medie ed elementari.
Sappiamo benissimo che per tenere aperte le sedi distaccate si devono affrontare costi maggiori, perché non informare correttamente e anzitempo la popolazione, tenendo conto che le iscrizioni si chiudono a gennaio per settembre?
Perché scaricare genericamente la colpa sulle precedenti amministrazioni dimostrando in tal modo di non volersi assumere responsabilità in merito a decisioni impopolari?
A questo punto è necessario porsi una serie di domande:
1. La prossima chiusura riguarderà l’asilo di Bajo Dora?
2. Cosa nasconde la scelta di insistere nel tirare in ballo un bando fantasma e la vecchia amministrazione anzichè illustrare alla cittadinanza le vere ragioni della chiusura? Se l’immobile è inagibile, come mai non è stata fatta un’ordinanza dall’ufficio tecnico e ci sono solo semplici comunicazioni al dirigente scolastico?
3. Se un tramezzo fessurato, presente nell’asilo di San Germano, compromette la staticità di un edificio comunale non basterebbe ripararlo con costi contenuti?
4. Che ne sarà a questo punto dei locali dell’asilo di San Germano nel prossimo futuro?
5. A fronte del risparmio di gestione conseguente alla chiusura, quale compensazione/adeguamento/miglioria si ritiene di porre in atto presso l’asilo di regione Gioncaretto che a questo punto accoglie tutti i bimbi del paese? In ogni caso i minori costi andranno a favore di quali voci di bilancio?
E’ chiaro che la scelta del Sindaco è in contro tendenza rispetto a quanto fanno in tutta Italia a difesa delle proprie scuole, soprattutto in periodo di pandemia da Corona Virus.
6. Se il comune incasserà tutte quelle multe grazie ai nuovi impianti di controllo semaforici, perché spaventarsi dei costi di gestione di un asilo?
7. La chiusura di via San Marco durante l’entrata e l’uscita dalle scuole è una buona idea ma perché lasciare aperta al transito via Roma chè viene intasata dalle auto.

Una domanda tira l’altra
Facciamo Chiarezza!!

Approfittando della presente comunicazione e senza alcun intento puramente polemico, si aggiungono altri interrogativi sulla gestione del nostro comune:
1. Scongiurando il commissariamento del Comune tanto decantato sui Giornali…Finalmente avremo un consiglio comunale per la riapprovazione dei bilanci degli anni precedenti come da segnalazione della Corte
dei Conti. Era necessario tutto quel fiume di parole contro la vecchia amministrazione per un problema puramente tecnico?
2. Non sarebbe meglio per la popolazione di Borgofranco avere un paese più pulito anziché subire proposte
esotiche come la panchina gigante con vista sui campi, il passaggio di un’amazzone sulla via Francigena, le rape e gli asparagi locali?
3. Le frane si sono fermate dopo la realizzazione dell’allargamento della provinciale per Bajo o siamo sempre in allerta?
4. Perché il Sindaco si ostina a convocare il consiglio comunale in orari lavorativi così da tener lontani i consiglieri di minoranza che LAVORANO?
5. E’ possibile che viene fatto il patto di fiume con comuni come Quincinetto/Pavone can./Strambino e NON con i vicini di casa?
6. Si allargano le strade …. senza piste ciclabili, progetti in sospeso o abbandonati?

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità