Politica
Il quesito

Dad da domani e i congedi parentali?

Il sindaco di Volpiano pensa alle famiglie degli studenti che si trovano in una situazione difficile e senza indicazioni chiare sui congedi parentali

Dad da domani e i congedi parentali?
Politica Volpiano, 07 Marzo 2021 ore 16:01

Dad da domani ma a Volpiano il sindaco si interroga sul concedo parentale per seguire gli studenti da casa.

Dad da domani

In seguito alle ordinanze del Presidente della Regione Piemontenumero 32 e 33 del 5 marzo 2021, dal 7 marzo fino al 20 marzo leattività scolastiche di ogni ordine e grado, nelle zone comprese nella «Fascia a rischio 1», si svolgono esclusivamente in modalità a distanza e sono sospese le attività dei servizi educativi per l’infanzia, con esclusione dei nidi e micronidi (0-3 anni).

In base alla classificazione della Regione Piemonte, anche Volpiano (come buona parte dei Comuni del Canavese) rientra nella «Fascia di rischio1».

Il contagio

Proprio venerdì 5 marzo a Volpiano si sono registrati 105 casi positivi, rispetto ai 71 di domenica 28 febbraio. Il Presidente della Regione Piemonte, inoltre, ha disposto le misure attuative per la prevenzione e la gestione dell’emergenza Covid-19, tra le quali:
- dal 9 marzo la chiusura delle aree attrezzate per gioco e sport in aree pubbliche e all’interno di parchi, ville e giardini pubblici;
- dal 6 marzo l’attività di ristorazione è consentita per il solo asporto e si raccomanda fortemente la vendita con consegna a domicilio in luogo dell’asporto. Tali misure sono in vigore fino al 6 aprile.

La domanda...

Commenta il sindaco di Volpiano Emanuele De Zuanne: «I provvedimenti della Regione Piemonte fanno seguito a quanto previsto dalle norme del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri; purtroppo, per l’ennesima volta, riceviamo nella giornata di venerdì comunicazioni di grande importanza per misure non decise dal Comune e che devono essere operative già da lunedì. Come molti altri colleghi sindaci, comprendo le difficoltà del mondo della scuola (costretto a dover chiudere talvolta persino in assenza di casi positivi) e delle famiglie degli studenti che si trovano in una situazione difficile, ad esempio per l’assenza di indicazioni chiare sui congedi parentali».