Politica
Elezioni 2022

Elezioni Amministrative San Benigno, ambiente e territorio al centro del programma di Graffino

"Vorremmo puntare ad un paese più “vivo” e vivace, che migliori il proprio senso di appartenenza"

Elezioni Amministrative San Benigno, ambiente e territorio al centro del programma di Graffino
Politica Alto Canavese, 20 Gennaio 2022 ore 05:33

Elezioni Amministrative San Benigno, ambiente e territorio al centro del programma di Graffino

Elezioni Amministrative San Benigno

La campagna elettorale per le amministrative del prossimo 12 giugno è iniziata. Alberto Graffino, 42 anni, laurea in Giurisprudenza e consulente nel mondo immobiliare è il candidato sindaco del gruppo /cì-vi-co/.

Come nasce l’idea della candidatura?
«La partecipazione di /cì-vi-co/ alle elezioni amministrative è la logica continuazione dell’intensa attività politica svolta nel precedente mandato dal nostro gruppo. La mia personale candidatura è stata voluta dal gruppo e io ho accolto questa richiesta con senso di responsabilità e grazie al costante sostegno della mia famiglia. Questo Comune, questa comunità, ha grandissime potenzialità inespresse e c’è davvero molto lavoro da fare per riportarlo in auge. Il gruppo è un amalgama di competenza ed entusiasmo, ben 8 “volti nuovi” su 13, con un’età media decisamente bassa, ma con il giusto grado di esperienza accumulata e con ancora tanta, tanta voglia di spendersi. La cosa importante poi, è che /cì.vi.co/ è un gruppo che va ben oltre “la lista”, ma ha alle spalle persone che collaborano, si riuniscono, discutono, si confrontano, si impegnano e permettono un reciproco arricchimento del bagaglio culturale e professionale».

Il vostro slogan è “verso un nuovo senso di comunità”, cosa rappresenta?
«Per motivi che vanno ben al di là dei confini comunali, il senso di comunità è un valore che purtroppo va perdendosi. Vogliamo lavorare su questo cercando nuovi spazi aggregativi per adulti e bambini e nuove forme di partecipazione da parte dei sanbenignesi, vorremmo puntare ad un paese più “vivo” e vivace, che migliori il proprio senso di appartenenza. Vorremmo contrastare l’idea di San Benigno “dormitorio”, sposando invece quello di cittadina dalla qualità della vita superiore, sia dal punto di vista ambientale che storico, turistico, ricreativo e culturale».

Uno dei punti del vostro programma è legato alla tutela ambientale, ci sono già dei progetti a cui tenete particolarmente?
«Oggi è impossibile non mettere al primo posto la tutela dell’ambiente, non si può nemmeno definire una scelta, ma un imperativo categorico! Una tematica davvero rilevante per noi è la tutela del territorio periurbano: San Benigno possiede degli scorci territoriali davvero unici, troppo spesso abbandonati a loro stessi e privi di controllo: discariche a cielo aperto, sversamenti di rifiuti, pascolo abusivo. Sono solo alcuni dei problemi che vorremo risolvere sia con l’ausilio del Gruppo Volontario, che con l’aiuto di Guardie Ambientali, ma soprattutto, più a lungo termine, con l’istituzione di un parco naturale nelle fasce fluviali territoriali. Tutela ambientale significa però anche riqualificazione urbana, maggiore pulizia, manutenzione e implementazione del verde, dei parchi, l’aumento delle piantumazioni».

Perché i cittadini dovrebbero scegliere la lista Civico alle prossime elezioni?
«Siamo la dimostrazione che la politica non è “affare di pochi”, di una élite, ma che se c’è la volontà di dedicare del tempo, energie, di prepararsi e di confrontarsi, c’è davvero la possibilità di cambiare il nostro destino. Il nostro territorio ha certamente bisogno di una svolta, di un approccio amministrativo differente. L’ascolto sarà sempre una nostra priorità, le critiche costruttive e le proposte dei concittadini saranno il nostro pane quotidiano. Restituiamo San Benigno alla sua comunità!»

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter