Politica

Intervento Salvini a Ivrea in vista del ballottaggio

L'appello di Salvini in vista del ballottaggio domenica 24 giugno è stato quello di andare a votare.

Politica Ivrea, 16 Giugno 2018 ore 01:26

Intervento Salvini a Ivrea venerdì 15 giugno in vista del ballottaggio tra Sertoli e Perinetti.

Intervento Salvini

L'intervento Salvini a Ivrea venerdì 15 giugno ha toccato anche tematiche nazionali, non solo locali. Migranti, il caso scoppiato a Roma, ma soprattutto lavoro e famiglia: questi gli argomenti politici di livello nazionale, declinati poi sulla campagna elettorale locale. La Lega è nella coazione di Stefano Sertoli espressione di liste civiche, mentre altre schierate sotto al simbolo di partito.

Il lavoro e l'Olivetti

L'Olivetti, ciò che è stata non solo per Ivrea ma per il mondo, è diventata un po' il leitmotiv  di questa campagna elettorale. Ne ha accennato anche il ministro dell'interno durante il suo comizio. Che peraltro si è tenuto proprio davanti ad uno dei simboli olivettiani: l'ex hotel La Serra, edificio costruito a forma di macchina per scrivere. Ma negli anni diventato emblema anche di altre vicende cittadine. Dall'evidente stato di degrado e abbandono a "monumento" del fallimentare progetto Effetto Serra capitanato quasi 10 anni fa dal centrosinistra.

La folla e l'appello a votare per il cambiamento

Il vicepremier è stato accolto da applausi: è stato un bagno di folla, un seguito forse impensabile fino a pochi anni fa per la Lega. Alla passata tornata elettorale non era nemmeno entrata in Consiglio comunale, dopo la presenza confermata in diverse legislature. Con il voto di domenica 10 giugno la Lega si è invece confermata tra le prime forze politiche in città. L'appello di Salvini in vista del ballottaggio domenica 24 giugno è stato quello di andare a votare. L'affluenza infatti è stata scarsa, di poco superiore al 55 per cento. Il ministro dell'interno esortando a recarsi alle urne ha anche detto che diversamente, chi preferirà astenersi o andare al mare, non  si lamenti però se poi le cose non cambiano.

Seguici sui nostri canali