Politica

Simona Appino riconfermata segretaria del Pd Alto Canavese

Simona Appino riconfermata segretaria del Pd Alto Canavese
Politica Alto Canavese, 20 Febbraio 2022 ore 11:08

Simona Appino riconfermata segretaria del Pd Alto Canavese nel congresso che si è svolto ieri a Cuorgné.

Simona Appino riconfermata

Si è tenuto sabato 19 febbraio 2022, presso i locali della Camera del Lavoro di Cuorgnè, il congresso del Circolo PD Alto Canavese per l’elezione del nuovo segretario/coordinatore del Circolo ed il segretario Metropolitano. Quest’anno per entrambe le cariche vi era un unica lista candidata.
Per il circolo Metropolitano si è votato l’ex sindaco di Grugliasco Marcello Mazzù, candidatura che dovrebbe far cambiare gli equilibri dei vari circoli togliendo un po’ di forza a Torino e dando un ruolo più forte alle sezioni della cintura e delle valli. Proprio su questa maggiore attenzione alla periferia ha puntato l’intervento il Consigliere Regionale Alberto Avetta che è venuto a salutare i tanti amici ed in particolare la segretaria Simona Appino, che si è ricandidata a guidare il Circolo che oggi raccoglie le sezioni di Castellamonte, Cuorgnè, Rivarolo e Valle Sacra. Anche per lei si è scelta la strada di un’unica candidatura che ha comportato un vero e proprio plebiscito al momento del voto e che ha confermato quanto di buono è stato fatto in questi 2 anni difficilissimi, tra pandemia e crisi dei partiti.

Persone ed ascolto

La sua mozione, dal titolo “Persone ed ascolto” è stata molto apprezzata e la riportiamo qua sotto per intero.
“Questo congresso rappresenta oggi, a due anni dall’unione dei 4 circoli preesistenti, una buona opportunità per fare il punto e ritrovarci per decidere insieme come si intende costruire il lavoro del partito democratico per i prossimi anni. Non nascondo che spesso, questo percorso è stata una vera e propria arrampicata. E se oggi sono nuovamente qui a propormi come vostro coordinatore e perché ho trovato in voi, amici democratici, un valido sostegno.
Sicuramente il periodo pandemico non ha aiutato l’evolversi del lavoro che ci eravamo prefissati sul territorio. Le difficoltà però non hanno fermato la nostra voglia di costruire, fare e coinvolgere nel limite delle possibilità.

Si può fare di più?

Sicuramente! Per questo per presentare questa mozione uso due parole: “Persone” ed “ascolto”
In primis mettere al centro le Persone, per tornare ad interagire con loro, ascoltando i problemi
E cercando di risolverli. Spesso, troppo spesso, nella nostra società si tende ad ascoltare chi alza la voce, chi sa difendersi e quasi mai chi nonostante le difficoltà continua ad andare avanti.
Il nostro Canavese sta subendo anno dopo anno una contrazione in negativo non solo sul fronte lavorativo ma in termini di servizi e di qualità della vita, una difficoltà che poi si riversa nella vita delle persone ogni giorno. Per questo il lavoro di un partito come il nostro deve essere ancora più incisivo e costante.
Oggi grazie all’impegno anche di nuovi volontari, presentiamo un direttivo sicuramente più variegato e rappresentativo, fatto di giovani, di meno giovani e di donne, ben consapevoli che solo insieme si può costruire il futuro.
Per fare questo abbiamo però la necessità di confrontarci, di imparare e crescere ed è per questo che speriamo che le parole del Candidato alla segreteria metropolitana Marcello Mazzù, che ha parlato nella sua mozione di un’apertura ai circoli della città metropolitana, diventino realtà.
Non possiamo dimenticare che i circoli sono la vera anima del partito ed è per questo che vanno sostenuti e non lasciati soli o spesso esclusi dal dibattito sul territorio.
Con questi pensieri chiudo il mio intervento e mi metto come sempre a vostra disposizione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter