Menu
Cerca
viabilità

Variante Lombardore-Salassa, audizione di Coldiretti e Comitato di imprenditori in commissione Trasporti

Il consigliere regionale Mauro Fava: “Badando ai fatti, senza fare inutili proclami e false promesse, stiamo facendo passi decisivi verso la tanto attesa realizzazione di quest’opera".

Variante Lombardore-Salassa, audizione di Coldiretti e Comitato di imprenditori in commissione Trasporti
Politica Alto Canavese, 18 Maggio 2021 ore 07:36

La Giunta regionale ha deliberato lo stanziamento dei 200mila euro, già annunciati, per la nuova progettazione della variante alla Sp460 Lombardore-Salassa. E domani, mercoledì 19 maggio, in commissione Trasporti e Lavori pubblici si terrà l’audizione di Coldiretti e Comitato di imprenditori nato per sollecitare la realizzazione dell’opera.

Audizione di Coldiretti e Comitato di imprenditori in commissione Trasporti

“Badando ai fatti, senza fare inutili proclami e false promesse, stiamo facendo passi decisivi verso la tanto attesa realizzazione di quest’opera, vitale a mio giudizio per il rilancio del comparto industriale canavesano, oltre che del settore agricolo e turistico - commenta il consigliere regionale della Lega Mauro Fava -. E’ naturale però che si debba rivedere il progetto, vecchio di trent’anni. E come avevo annunciato, ho organizzato nel più breve tempo possibile l’audizione in Commissione del Comitato e della Coldiretti, per avviare un processo di ascolto e ricezione delle proposte che vengono dal territorio”.

Variante Lombardore-Salassa

Il progetto della variante alla Sp460, dopo essere stato per anni tema di dibattiti e polemiche, è tornato d’attualità grazie alle diverse possibilità di finanziamento che sono emerse recentemente.

“Ora c’è una possibilità concreta di realizzare l’opera e non dobbiamo lasciarcela sfuggire. Ma c’è ancora tanto lavoro da fare – continua il consigliere cuorgnatese –. Allo stesso tempo, bisogna evitare di calare dall’alto i progetti senza ascoltare le parti in causa. Io sono convinto della necessità di realizzare la variante, indispensabile valvola di sfogo per la Sp460 e per migliorare i collegamenti da e per l’area dello stampaggio di Favria-Busano. Ma allo stesso tempo sono attento alle istanze che provengono dal mondo agricolo. Pertanto è doveroso trovare una sintesi per limitare al massimo l’impatto del tracciato. L’audizione di mercoledì non sarà l’unico momento di ascolto, perché mi sono già mosso per organizzare un’audizione anche presso la Commissione della Città Metropolitana, che materialmente sarà responsabile della progettazione”.